Provincia di Pavia, escursioni da fare: vedere Montesegale

Montesegale, cosa fare in provincia di Pavia

Montesegale, cosa fare in provincia di Pavia

Cosa fare in uno dei tanti weekend in Provincia di Pavia? Esplorare i borghi circostanti, tra arte, cultura e natura, come quello di Montesegale nell'Oltrepò Pavese, leggi gli itinerari da non perdere.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Avete mai sognato di visitare posti poco conosciuti, in cui scoprire l’ambiente incontaminato e un’atmosfera di vita autentica? Ci sono posti, in Italia, in cui è ancora possibile perdersi alla scoperta di territori unici e in cui, probabilmente, sarete gli unici turisti nei paraggi. Uno di questi posti è il borgo di Montesegale, immerso nelle colline dell’Oltrepo’ Pavese, in una delle zone più ambite e conosciute in Italia.

montesegale

Montesegale, che fa parte della rete borghi autentici d’Italia, è un angolo di paradiso circondato dalla sola natura e popolato da poco più di 300 abitanti. Un piccolo borgo in cui la vita scorra lenta e in cui si può riscoprire il valore della quotidianità.

Nella terra del buon vino e dei sapori, si possono vivere percorsi d’arte, del gusto e della natura, accolti nel borgo come ospiti speciali. Un borgo da vivere, più che da visitare, in cui è davvero facile innamorarsi dell’accoglienza spontanea della gente e in cui potrebbe essere proprio il sindaco a dare il benvenuto e accompagnare nella visita del borgo.

montesegale-pavia

Un weekend è l’ideale per iniziare a conoscere questo angolo di Oltrepo’ Pavese incontaminato e sarà sufficiente per far innamorare chiunque, perché Montesegale è un posto in cui le idee e l’innovazione non si fermano mai. In un week end, sono 3 le esperienze principali che si possono fare.

montesegale

  • Percorso di arte e cultura – Montesegale ha un castello medievale meraviglioso, perfettamente intatto, al cui interno oggi c’è un museo di arte contemporanea con mostre temporanee durante tutto l’anno. Un paese che va controcorrente rispetto al resto d’Italia puntando sull’arte: pochi mesi fa infatti è stata inaugurata anche un’altra opera, intitolata “il dolce far nulla”, realizzata dall’artista contemporaneo Omar Hassan. Una panchina colorata che guarda la valle Ardivestra, per riflettere sulla natura e sul tempo ritrovato. Da non perdere poi è l’esperienza da veri Robin Hood insieme alla compagnia Arcieri Ardivestra. Il tiro con l’arco è una disciplina molto diffusa a Montesegale e c’è la possibilità di frequentare brevi corsi seguiti dagli istruttori.
  • Percorso del gusto – nel cuore dell’Oltrepo’ i sapori non mancano di certo. Nella vallata è tipico il salame di Varzi, di cui sono visitabili anche alcuni salumifici, come il Magrotti, ma sono tanti i prodotti tipici realizzati artigianalmente. Un esempio sono il pansegale e la trêsa come pane tipico, la Mundiöla e il Salàam da cöta come salumi, e la torta di mandorle come dolce. Per gli amanti del vino invece, da non perdere è una visita alla Tenuta Montelio, nella vicina Codevilla.

montesegale-borgo

  • Percorsi nella natura – ci sono 2 itinerari principali che portano alla scoperta delle sorgenti antiche e dei paesaggi tipici dell’Oltrepo’. In entrambi ci sarà la possibilità di avvistare daini, caprioli, volpi e di concludere la serata all’Osservatorio astronomico Ca del Monte, luogo ideale per godersi un cielo stellato.

Foto di Daniela Manzini, Flavio Chiesa

Booking.com

© 2015 - Riproduzione riservata

Mini guida

48 ore a Roma tutta a piedi

Roma a piedi cosa vedere in tre giorni

Pensare ad una guida low cost a Roma in 48 ore, è stato abbastanza difficile. Potrei essere scontata su alcuni aspetti, ma vedere Roma in un weekend...