Milano, acqua pubblica e potabile in città - Viaggi Low Cost

Milano, acqua pubblica e potabile in città

di , | Cosa Fare

acqua-pubblica-milano

L’acqua di Milano è tra le più buone d’Italia. Se non vi fidate controllate i dati di Metropolitana Milanese, la società che gestisce e controlla dal 2003 la rete idrica della città. L’acqua meneghina arriva nei nostri rubinetti dalla falda acquifera più profonda, alimentata dalle acque che scendono a valle dalle Prealpi. Oltre 2300 km di tubi, 28 centrali e 400 pozzi portano in casa un’acqua controllata ogni 2 settimane dai gestori del servizio idrico e ogni mese approvata dall’Asl. L’acqua distribuita è sottoposta a 190.000 analisi per il controllo dei parametri chimici, chimico-fisici e microbiologici. E se non ne avete abbastanza potete sempre controllare proprio quella che vi arriva a casa, inserendo il vostro indirizzo su Milano blu, il nuovo portale del sito istituzionale di Metropolitana Milanese. Voete mettere il costo delle bottiglie al supermercato, la fatica di doverle portare fino in casa e con la mole di plastica che si produce?

Anche quando siete in giro il classico acquisto della bottiglietta d’acqua a 1/2 euro può essere facilmente evitato, specie in centro, visto che in città ci sono 497 fontanelle, (le trovate in questa mappa elaborata dal sito Fontanelle.org) o “vedovelle”: Sono in ghisa, di colore verde e disegnate nel 1931. Il fatto che non abbiano rubinetto potrebbe a torto far pensare che l’acqua venga sprecata. In realtà, attraverso la fognatura, arriva ai depuratori di Milano e viene impiegata dalle aziende agricole per irrigare i campi a sud della città.

Il loro numero viene continuamente aggiornato, e se avete una vedovella da segnalare potete contribuire alla mappatura segnalandolo. Dal 1 marzo 2013 alle vedovelle della città si sono affiancate le più tecnologiche “Case dell’acqua”. Sono dei distributori, finanziati dal Comune con contributo regionale e realizzato da Metropolitana Milanese, che offrono gratuitamente acqua liscia o gassata, basta portare con sé la tessera sanitaria regionale (non solo lombarda, va bene quella di tutte le regioni). Inserendola nel macchinario si ha diritto a 6 litri gratuiti al giorno per persona. Al momento sono in funzione sei case dell’acqua: le trovate al parco Formentano – largo Marinai d’Italia, parco Chiesa Rossa – via Chiesa Rossa, via Giovanni Battista Morgagni, parco Nicolò Savarino – via Livigno, giardino Cassina de’ Pomm – via Zuretti, giardino di via Lessona.

A queste si aggiungono le due installate a ottobre 2013 a Palazzo Marino e presso la sede dei gruppi consiliari in via Marino. E si spera che non siano le ultime. Per informazioni, curiosità, consigli per evitare sprechi e inquinamento andate sul sito Milanoblu.com. Per i più curiosi, sul sito si può anche prenotare una visita gratuita alle centrali e ai depuratori.

© 2013 - Riproduzione riservata

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!