Malta: vacanza low-cost di altissima qualità - Viaggi Low Cost

Malta: vacanza low-cost di altissima qualità

Malta: vacanza low-cost di altissima qualità

di , | Cosa Fare

Booking.com


Chi, guardando la cartina del Mediterraneo e facendo un piccolo viaggio con la fantasia, non è in grado di immaginare un grandissimo numero di luoghi da sogno racchiusi nel perimetro del nostro bel mare? Tutti coloro che si mettono a cercare una località per le vacanze estive hanno sicuramente l’imbarazzo della scelta tra centri rinomati e battuti dal turismo, luoghi incontaminati, destinazioni più e meno costose.

Guardando meglio la nostra amata cartina, incastonata tra due autentici gioielli come l’isola di Sicilia e la lontana Lampedusa c’è lei, Malta. Uno stato piccolissimo membro della comunità europea, con un orgoglio inimmaginabile di avere l’euro come moneta nazionale. Un mini arcipelago roccioso e brullo per buona parte della sua estensione, ma che non mancherà di entusiasmare e far sognare chi accetta la sfida di scoprirlo.

Da quando la piccola nazione è comodamente raggiungibile da voli giornalieri della compagnia Easy Jet è notevolmente aumentata la presenza di turisti, ma in ogni periodo dell’anno la situazione è sempre vivibile. Se poi aggiungiamo che le strutture ricettive (alberghi in primis) non sono affatto cari, ecco che si può trascorrere una bella vacanza in un luogo che non tutti conoscono con costi molto abbordabili.

Analizzando nel dettaglio le varie offerte, chi cerca maggior movimento serale può scegliere di alloggiare nella zona della Valletta (la capitale), di Sliema o di Paceville. Sono tutte e tre località molto battute dai giovanissimi. Chi invece preferisce una vacanza all’insegna del relax può scegliere una struttura nella zona di Mellieha o addirittura sull’isola di Gozo: in questi luoghi regna la pace in tutti i sensi; poca gente rispetto al resto dell’isola, pochi locali e maggiori possibilità di fare la passeggiata del dopo cena in piena tranquillità.

Se però per una sera si vuole qualcosa di diverso basterà percorre solo 7 km e recarsi nella cittadina turistica di Bugibba che offre un bel lungomare decisamente molto frequentato, ristoranti e pubs vari.
La prima cosa da fare in una vacanza a Malta subito dopo essere atterrati con l’aereo è noleggiare una macchina prima ancora di prendere il primo caffè, anche piccola e scassata che sia non fa differenza; molta gente decide di spostarsi con gli autobus , ma perde la libertà che questo piccolo paese offre ai suoi visitatori, perde l’emozione di guidare a sinistra (come nei paesi anglosassoni, non c’è assolutamente niente da temere perché ci si abitua alla prima curva), perde molta dell’essenza che l’isola può offrire.

In ogni caso, che abbiate preso per buono il mio consiglio oppure no, cominciamo il nostro giro. Una settimana di vacanza a Malta è sufficiente per fare veramente di tutto. L’arcipelago è ricco di storia, testimoniata in primo luogo dalle case dove vive la gente del luogo che possono apparire molto spesso vecchie e non curate ma che non nascondono tutto il loro fascino; ciò che colpisce il visitatore è il gran numero di chiese presenti sul territorio; ogni piccola località ne ha una propria: sono tutte bellissime e soprattutto di dimensioni enormi.

Da questo si capisce l’anima Cattolica di tutto il paese. In qualche caso sono visibili prima ancora di entrare in città perché sovrastano nel vero senso della parola il resto degli edifici. Sempre a proposito di storia ci sono da visitare templi megalitici di rilevante interesse e, tra le tante cose, Mdina, la vecchia capitale prima che il privilegio fosse trasferito a La Valletta. Si tratta di un bellissimo esempio di borgo fortificato dove sarà un piacere fare una passeggiata all’interno dei suoi vicoli.

Ma indubbiamente le emozioni più forti e vere che Malta ha da offrire le regala il mare. E’ presente veramente in ogni forma e dimensione: ci sono calette con ciottoli, baie sabbiose, spiagge totalmente rocciose e luoghi (soprattutto nella parte sud) dove il mare è stupendo anche se non per fare il bagno: sto parlando dei famosi “Dingli Cliffs” , famosi per essere delle vere e proprie fortezze naturali; uno spettacolo della natura soprattutto se osservato da un battello. L’isola principale ha da nord a sud molti punti conosciuti ed altri meno conosciuti dove trascorrere alcune ore in completo relax.

Il consiglio è di farsi una pianificazione quotidiana e di cambiare almeno 2-3 spiagge al giorno (almeno una al mattino ed una alla sera permetterebbe di completare il giro nei 7 giorni previsti da un normale viaggio settimanale). Immancabili sono anche le due escursioni in barca per eccellenza: l’isola di Comino e l’isola di Gozo.

Comino è un vero e proprio sasso in mezzo al mare. E’ infatti un luogo praticamente disabitato e con piante che non superano il mezzo metro di altezza. Il panorama lascerebbe anche a desiderare se non fosse che questo scoglio possiede la Blue Lagoon, la più bella spiaggia di tutto l’arcipelago con la sua acqua di un celeste così intenso e trasparente da far invidia anche ai caraibi. La cosa veramente importante è sapere che non è la sola spiaggia esistente: molti credono di si e si appostano lì per tutta la giornata rendendola, in certi periodi, affollata in maniera inimmaginabile. Basta però armarsi di un po’ di buona pazienza e cominciare a camminare per trovare una soluzione: a poche centinaia di metri lungo il perimetro si possono trovare calette solitarie con mare comunque di livello superiore alla media.

La seconda escursione, questa più impegnativa, è all’isola di Gozo. La cosa divertente è che il traghetto per raggiungerla si paga al ritorno; l’andata si fa senza essere muniti di biglietto. Tanto, dicono, prima o poi dovrai tornare indietro, giusto? A parte gli scherzi, dopo una visita a Victoria nelle ore più fresche del primo mattino (città principale dove si può girare liberamente per il borgo fortificato e raggiungere la parte più alta che permette la vista di tutta l’isola) si inizia la ricerca delle spiagge più belle: ce ne sono di particolarissime ed una su tutte colpisce l’attenzione del turista; si raggiunge dopo dieci minuti buoni di macchina passando per uno sterrato ad un’unica corsia di marcia (se si incontra un’automobile che sta tornando indietro è difficile passare in due) ma lo spettacolo che si ha davanti agli occhi una volta raggiunta la località sarà a dir poco stupendo: un mare cristallino con tonalità sul verde che si insinua all’interno di un’insenatura posta tra due promontori, una spiaggetta minuscola di ciottoli fatta appositamente per pochi intimi, un mini-bar in stile veramente rustico che ti allieta con bevande fresche quando necessario, un vero paradiso che offre la possibilità di un bagno rilassante ma anche di effettuare tuffi dagli scogli. Non manca assolutamente nulla.

Questa, in sintesi, è Malta. Una vacanza in un posto simile, anche se poco pubblicizzato, è sempre da provare. E da rifare se uno ha la voglia e soprattutto il tempo. Un ricordo molto bello e particolare che spero di rivivere al più presto in prima persona per toranre in un piccolo paradiso a prezzi da sogno.

Booking.com

© 2012 - Riproduzione riservata

Rispondi

Mini guida

Mini Guida di Malta per 48 ore low cost

Malta, cosa vedere in 3 giorni

Malta è stata per tanto tempo sottovalutata e solo recentemente è diventata una delle mete più cool, sia in estate che in inverno, ma...