Lost in translation a Tokyo, un film di Sofia Coppola - Viaggi Low Cost

Lost in translation a Tokyo, un film di Sofia Coppola

Lost in translation a Tokyo, un film di Sofia Coppola

di , | Cosa Fare

Lost in translation è un film davvero incredibile che offre allo spettatore bellissime immagini di Tokyo e una trama davvero coinvolgente. Sofia Coppola decide di girare la maggior parte delle scene al Park Hyatt Hotel, Tokyo, un albergo 5 stelle che si trova nel quartiere Shinjuk. All’ultimo piano dell’edificio si trova il bar dove Bill Murray e Scarlett Johansson passano le serate in hotel.

Oltre al bar le camere da letto dei due sono un altro ambiente usato spesso nel film. Qui i due parlano, guardano film ma spesso non dicono nulla capendosi anche solo con uno sguardo. Le scene esterne si svolgono in due luoghi principali.

Una sera i due decidono di uscire e si ritrovano a cantare in un karaoke, per chi decidesse di recarsi a Tokyo, fate un salto al Karaoke-Kan, K&F Building, 30-8 Utagawacho, Shibuya-ku. Qui è ormai celebre l’interpretazione di Bill Murray con More Than This, riproposta anche a fine film.

Il locale dove mangiano sushi invece non è molto semplice da trovare, in Lost in Translation i due protagonisti mangiano in un locale modesto, se volete provare a cercarlo andate al Daikanyama Ikkan Sushi, Daikanyama 9, Shibuya-ku.

L’ultima scena si svolge tra le strade di Tokyo quando Bob sta per tornare in America e vede Charlotte in strada e il film si conclude con un’ultimo saluto.

© 2009 - Riproduzione riservata

commenti

Molto Bello questo blog! :D

Rocco

novembre 12, 2009 | Rispondi | report

Ciao Rocco, grazie…devo dire che anche il tuo non è per nulla male, soprattutto le Stanze Creative ; )

Federica

novembre 12, 2009 | Rispondi | report

wonderful

david

novembre 21, 2009 | Rispondi | report

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!