Le Pasticcerie Bellavia a Napoli, tra storia crisi e golosità - Viaggi Low Cost

Le Pasticcerie Bellavia a Napoli, tra storia crisi e golosità

di , | Cosa Fare

bellavia

La storia della azienda di Pasticceria dei Bellavia nasce nel 1925 con Vincenzo. Da lì, di generazione in generazione, c’è stata una continua ascesa ed espansione fino a un progetto di franchising e la divisione pressocché simbolica della azienda in due rami. Il ramo della Pasticceria Bellavia che si è stabilito al Vomero, con tre sedi: una a Piazza Vanvitelli, una a via Luca Giordano e una a via della Pigna. E il ramo della Antica Pasticceria Vincenzo Bellavia, con sede in via Fragnito a Rione Alto, in piazza Musii all’Arenella, all’interno dell’aeroporto di Capodichino e, prossimemente, ci sarà l’apertura di una nuova sede in via Giacomo Leopardi a Fuorigrotta.

Circa due anni fa, l’Antica Pasticceria Vincenzo Bellavia ha aperto un ulteriore punto vendita sul lungomare Caracciolo, all’angolo tra via Caracciolo e piazza Vittoria. Da due anni a questa parte e fino a qualche giorno fa, turisti provenienti da ogni parte del mondo potevano ritagliarsi un momento di relax e di puro piacere, sorseggiando un buon caffè e assaporando gli ottimi dolci di Bellavia stando comodamente seduti al tavolino vista mare.

Purtroppo però, da qualche giorno a questa parte, le serrande marine di Bellavia non si sollevano più: dopo soli due anni, la sede di via Caracciolo ha chiuso, in vista di un trasferimento nella sopracitata via Leopardi, a Fuorigrotta, quartiere sicuramente meno turistico ma più facile da raggiungere perché non sottoposto a Ztl (zona a traffico limitato). Colpa della crisi o colpa della Ztl? Chissà, magari di entrambe. L’unica cosa certa è che Napoli e il lungomare hanno perso molto sia in storia che in turismo culinario. Bellavia è famosa non solo a Napoli, ma in tutta la Campania ed oltre regione per uno dei suoi dolci migliori: la Nutellotta ( o Cioccolotta): pan di spagna al cioccolato farcito e ricoperto di nutella, decorato di trucioli di cioccolato al latte, per il quale molti giovani e meno giovani sono disposti a fare km e km pur di assicurarsene una fetta. Bellavia però non è solo nutellotta, nel suo menù risuonano nomi come Vesuvio, Torta sette veli, Babà, Nougat, Rosh, Ricotta e Pera, Milleunanotte, Peccato di Partenope, Pan di stelle, Bronte, Exotica, Mont Blanc,… passando per le confetture, le creme spalmabili, i dolci tipici natalizi e pasquali, i gelati, i liquori e la rosticceria.

Date una occhiata ai siti ufficiali dei due rami dell’azienda:
Pasticceria Bellavia: http://www.bellavia.it
Antica Pasticceria Vincenzo Bellavia: http://www.pasticceriabellavia.it

E poi fate un salto a Napoli e venite a provarle entrambe :)

Vi lascio con una chicca: Avete mai visto “Un posto al sole” su RaiTre? Ebbene, conoscerete sicuramente Guido Del Bue, il simpaticissimo vigile interpretato da Germano Bellavia. Germano BELLAVIA. Eh, no, non è un caso di omonimia! Il nostro vigile, dismessa la divisa, corre ad indossare il grembiule da pasticciere e a ricevere clienti e curiosi nella sua famosastorica Antica Pasticceria Vincenzo Bellavia. Un motivo in più per andare, non vi pare? ;)

© 2013 - Riproduzione riservata

Mini guida

48 ore a Napoli, tour di 3 giorni low cost

Weekend a Napoli: cosa vedere in due giorni

Per un viaggio a Napoli non vi basterà un weekend, dovrete senza dubbio ritornare. Per un viaggi a Napoli non vi basteranno due occhi e una bocca...

Meteo

Napoli
C
% humidity
wind:
H • L

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!