Islanda low cost, cosa fare e come divertirsi in viaggio

Islanda in inverno, 7 attività low cost da non perdere

Islanda in inverno, 7 attività low cost da non perdere

I consigli per visitare l'Islanda anche low cost, sette cose da non perdere per un viaggio di una settimana, dal brunch con squalo essiccato, fino alla moto slitta, dai geyser fino alle lagune da non perdere.

di , | Cosa Fare

Ho sempre pensato all’Islanda come al paese dei geysir, impressi nella mente tramite i libri di geografia sin dalla scuola elementare, delle affascinanti aurore boreali, e delle giornate quasi totalmente buie nel periodo invernale. Durante l’adolescenza l’ho rispolverato grazie alla musica post-rock e ai testi dei Sigur Rós. Ha richiamato poi l’attenzione a causa dell’eruzione del vulcano Eyjafjallajökul nel 2010 e grazie al film “I sogni segreti di Walter Mitty” (2013).

islanda-aurora-boreale

In qualche modo l’Islanda mi ha da sempre affascinata, così da lontano, considerandolo un viaggio abbastanza surreale. Ed invece, io ed una mia amica abbiamo spontaneamente colto l’occasione di trascorrervi una settimana: avremmo avuto la possibilità di aggiungere l’aurora boreale alla nostra “bucket list” e vivere il paese e la sua cultura, come un locale farebbe, in quanto ospiti di un amico.

islanda

Il viaggio è andato ben oltre le nostre aspettative: dai paesaggi che lasciano letteralmente senza fiato, come essere immersi in una nuvola, quando il tuo orizzonte separa nettamente l’azzurro del cielo al bianco della terra innevata, alla cultura goliardica della sua gente, alle mattine ancora buie alle 9.

Ecco le 7 esperienze che hanno reso il viaggio in Islanda speciale e irripetibile.

islanda-GrandeGeysir

1. ‘Grande Geyser’

Propinato tra i banchi di scuola come uno tra i fenomeni geotermali, manifestazione di vulcanismo secondario, assistere all’eruzione di un geyser dal vivo equivale al ricevere una scossa di energia. Il Grande Geyser, da cui prende il nome il fenomeno, è attivo dal 1300 e i cui getti di acqua bollente possono raggiungere i 40 metri.

islanda-Hvìtserkur

2. Hvìtserkur

Durante il viaggio in macchina dalla capitale Reykjavik ad Akureyri, la città natale del nostro amico, nonché la seconda più grande del paese, deviamo dalla strada principale (l’Islanda è collegata da una sola strada) per ammirare un tratto di costa la cui vista ha provocato brividi. Hvìtserkur è una roccia basaltica alta 15 metri che si erge maestosamente poco lontano dalla costa. Di fronte a noi il monolitico ed oltre il freddo e grigio Oceano Atlantico, nuvole rosacee si frapponevano al biancore delle montagne innevate.

islanda-aurora

3. Aurora boreale

Una sera, una battaglia di neve in corso, alziamo gli occhi al cielo e una luce verde sovrasta le nostre teste. Il magico momento è arrivato. Ci dirigiamo in macchina fuori città, lontani dall’inquinamento luminoso, e gli occhi fissi al cielo. Una scia verde luminosa “danza” su di noi, lasciando i nostri corpi immobili per il freddo e per la sensazionale esperienza del momento.

islanda-motoneve

4. Guidare moto neve

In Islanda, avere moto neve nel garage non è affatto inusuale. Legate al retro della macchina, ci siamo recati in montagna e provato a guidare per la prima volta una moto neve. Sotto la guida dei nostri amici che ci indicavano il percorso meno insidioso, è una delle cose da provare almeno una volta.
islanda-Dettifoss

5. Dettifoss

La cascata più potente in Europa si trova in Islanda. Alta circa 45 metri, è possibile ammirare la sua impietosa forza affacciati sul ciglio del bacino di raccolta. Data la sua posizione, parzialmente raccolta in un canyon, si può ammirarne l’intera facciata dalla parte occidentale dopo una camminata. Ancora una volta, vi troverete senza fiato di fronte alla sua maestosità. Immersi nel silenzio, l’aria frizzantina del tramonto, è il rumore dell’acqua a scandire le pulsazioni del cuore.

Grænavatn-brunch

6. Un brunch a Grænavatn

Una domenica mattina ci rechiamo a Grænavatn, un’area dell’Islanda settentrionale fuori da Akureyri. Esattamente quattro abitazioni sulla riva di un lago, dove la famiglia del nostro amico è cresciuta. Siamo stati accolti dai genitori e parenti, alle prese con il brunch domenicale, ancora assonnati dalla lunga notte di bevute chiusi in casa. Cibo tradizionalmente islandese, tra le pietanze in tavola ci hanno fatto trovare squalo essiccato, grasso di balena, testa di pecora e granelli (testicoli di montone).

islanda- Mývatn Nature

7. Hotpots e bagni termali

Avete mai pensato ad un bagno all’aperto quando la temperatura si aggira intorno agli 0°? È uno tra i passatempi preferiti degli islandesi. Non perdere la laguna Mývatn Nature nel nord del paese. Una piscina scavata nella roccia nella zona geotermica di Námaskarđ, temperatura 38-40°, da cui godere del magnifico paesaggio circostante. Se siete abbastanza temerari, potrete seguire la consuetudine degli islandesi di rotolarsi nella neve dopo il bagno nell’acqua bollente.

L’Islanda è un paese da visitare in qualsiasi stagione. È opportuno andarci nel periodo invernale per ammirarla nel suo tipico paesaggio innevato e, con un po’ di fortuna, poter vedere le aurore boreali. Ma anche la primavera ha il suo fascino, quando la neve si scioglie e lascia il posto al verde rigoglioso.

© 2015 - Riproduzione riservata

ciao

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

riceverai una notifica via email non appena ti risponderemo

Mini guida

48 ore a Napoli, tour di 3 giorni low cost

Weekend a Napoli: cosa vedere in due giorni

Per un viaggio a Napoli non vi basterà un weekend, dovrete senza dubbio ritornare. Per un viaggi a Napoli non vi basteranno due occhi e una bocca...