I mercatini vintage di Barcellona, ecco come scovarli - Viaggi Low Cost

I mercatini vintage di Barcellona, ecco come scovarli

di , | Cosa Fare

Il freddo è arrivato anche Barcellona. Lo dico per informare coloro che ci credono sempre alla Barceloneta a bere una birra prendendo il sole. Insomma è inverno anche qui e quindi abbiamo dovuto pensare ad un progetto di sabato alternativo. Il sole c’era ma gli 0 gradi ci hanno tenuti lontani dalla spiaggia.

Per cui ho reclutato la mia famiglia italo messicana e imbacuccati come il famoso omino michelin siamo usciti all’arrembaggio di quello che ormai è lo sport preferito dalla gente “cool” di Barcellona: i mercatini vintage.

Ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le tasche e qualche volta si possono anche fare ghiotti affari. Come la fantastica camicia verde pastello che ho scovato sotto a montagne di camicie in puro stile anni ’80, per soli 15€. Chiaro, come Armando non ha mancato di farmi notare, la camicia è di puro poliestere. Ma tant’è , sta bene con la gonna di pelle ereditata dalla mamma.

Stavolta abbiamo scelto Brick Lane Barcelona, un mercatino di vestiti e accessori che si celebra una volta al mese in spazi emblematici della città e in particolare nel quartiere “Borne”. Camicia verde a parte, il Brick Lane somiglia a molti altri mercatini: posto figo, gente figa, deejay dal vivo e birra gratis.

I mercatini vintage sono una strana bestia. Non ci si va infatti solo per comprare ma anche e soprattutto per per guardare e farsi guardare. All’entrata dovrebbe esserci un cartello che avvisa il timoroso visitante: “Attenti al vostro outfit oh voi che entrate…”. Stiamo parlando infatti del regno del moderno barcellonese, che se passate qualche giorno nella capitale catalana non potete fare a meno di osservare. Anche chiamati gafapasta (letteralmente occhiali di pasta) sono coloro che dettano moda in città. Dalle scarpe alle pettinature agli accenti sfoggiati, partecipando a questi eventi l’attento osservatore potrà avere a portata di mano uno studio sociologico sul giovane moderno metropolitano.

Altri famosi mercati per gli appassionati dele genere sono: il Flea market che si svolge ogni mese e sempre all’aperto (Plaza Blanquerna – Drassanes) dove se volete potete anche farvi un taglio di capelli, il Clothing Swap, che è in reltà un mercato di intercambio, My secret showroom e tanti tanti altri.

Se cercate spunti provate a leggere LeCool Barcelona, un magazine settimanale che informa su eventi di ogni tipo (fino ad aprile solo in facebook e twitter).

Un piccolo appunto sul posto che ha ospitato Brick Lane: si chiama Corretger5, un centro polifunzionale veramente molto bello: tetti alti, colonne e vetro sul soffitto che permetteva di vedere il palazzo sotto al quale ci trovavamo. Corretger5 è infatti un collettivo di artisti, architetti, designers, performers nel cui manifesto leggiamo la volontà di creare pensieri attraverso mostre ed eventi che vogliono essere prima di tutto una provocazione.
Insomma, se vi trovate a Barcellona, buttate un occhio alla pagina di Corretger5 magari troverete qualche evento interessante a cui partecipare.

© 2012 - Riproduzione riservata

Mini guida

48 ore a Barcellona, guida per 3 giorni low cost

Cosa visitare a Barcellona in 3 giorni

Barcellona è una delle nostre città preferite, non a caso abbiamo qui su Viaggi Low Cost tantissimi post consigli su dove dormire, cosa fare, ma...

Meteo

Barcellona
C
% humidity
wind:
H • L

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!