David Gareja, in Georgia, un monastero scavato nella roccia - Viaggi Low Cost

David Gareja, in Georgia, un monastero scavato nella roccia

David Gareja, in Georgia, un monastero scavato nella roccia

di , | Cosa Fare

Booking.com

David_Gareji

Oltre 15 secoli fa un piccolo gruppo di monaci georgiani si allontanava dal resto del società per cercare un luogo di pace e silenzio, lontano dalle tentazioni della vita di mondo. Dopo giorni di cammino nel deserto trovarono una montagna isolata, dove si stabilirono e crearono il primo nucleo di una comunità monastica sopravvissuta fino ad oggi.

Su quella montagna oggi si contano oltre 5000 celle scavate nella roccia a strapiombo su una vallata desertica che affaccia sull’Azerbaijan. Ci sono cappelle, refettori, chiesette e tutti i locali necessari alla vita del monastero, alcuni dei quali conservano ancora gli affreschi del VIII-XIII secolo.

Si arriva a David Gareja dopo circa due ore di auto da Tbilisi. Si percorre una strada asfaltata per i primi 45 minuti, finché non ci si addentra per vie di campagna sterrate che si aprono in mezzo a una steppa brulla e secca, che si fa via via più rocciosa fino a lasciare spazio a strani rilievi rocciosi striati di rosso, arancio e giallo.

Si arriva al monastero dalla parte più bassa, che è ancora oggi abitata, e da lì parte un sentiero circolare che sale sulla montagna fino alle celle scavate nella roccia che conservano ancora lacerti di affreschi. Per il giro completo ci vogliono circa un paio d’ore di camminata. E’ importante portarsi scorte sufficienti d’acqua perché la salita può essere impegnativa nelle ore più calde, anche perché è impossibile trovare un albero per ripararsi dal sole lungo il sentiero.

Booking.com

© 2013 - Riproduzione riservata

Rispondi