Cuba, le spiagge migliori da non perdere, vicino a L'Avana o Varadero

Cuba, le spiagge da non perdere

Cuba, le spiagge da non perdere

Le spiagge più belle di Cuba, quali preferire, quelle vicino L'Avana o Varadero ma non solo, una lista di capo a Cuba da non perdere durante un viaggio a Cuba, leggi il post.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Se vi dico Cuba, cosa vi viene in mente? Sicuramente il Che e il rum, ma anche e (forse) soprattutto le sue spiagge paradisiache. Oggi vi voglio raccontare di quelle che abbiamo visitato.

Ce n’è per tutti i gusti: magnifiche spiagge cittadine raggiungibili in bus; splendide escursioni in barca su isole da togliere il fiato; angoli di paradiso da raggiungere noleggiando un motorino; e perché no, magari togliersi anche lo sfizio di trascorrere in uno dei tanti resort adagiati sulla spiaggia una notte indimenticabile. Preparate crema e costume, il mare ci aspetta!

Playa Coral

Se volete trascorrere una mezza giornata lontani dal caos e immergervi nelle acque cristalline alla scoperta della barriera corallina vi trovate nel posto giusto.
Playa Coral si trova a metà strada tra Matanzas, definita l’Atenas de Cuba per la vivacità culturale, e la ben più nota Varadero.
La spiaggia la si può raggiungere tranquillamente con l’autobus che collega l’Havana a Matanzas. Una volta arrivati, contrattate con l’autista di un taxi che vi porterà fin sulla battigia. Poi vi aspetterà per qualche ora e vi riporterà a Matanzas. Ottima destinazione per una rilassante gita in giornata a pochi chilometri dalla Capitale.

Cayo Jutias

Palme, sabbia bianca e mare cristallino. Benvenuti a Cayo Jutias. Ci troviamo sulla costa settentrionale dell’imperdibile Valle di Viñales, a ovest di Cuba. Qui troverete un bar e nulla più, un ottimo luogo per rilassarsi. La si può visitare con un’escursione in giornata. Questa la potete organizzare appoggiandovi ad un’agenzia direttamente a Viñales o a Pinar del Rio. Altrimenti potete noleggiare un motorino, scelta che consigliamo. Non vi preoccupate, le indicazioni lungo la strada ci sono. Se proprio non si vedono si può chiedere alla gente in giro. Questo Cayo è collegato da un “pedraplan”, che è una strada rialzata che collega la terra ferma al Cayo. Questo collegamento non è a pagamento e anche la spiaggia è libera.

Playa Ancon

Nei Caraibi è difficile trovare una spiaggia brutta e Playa Ancon è un’altra stupenda meraviglia di quest’isola.
Siamo a Trinidad e questa è la sua spiaggia, raggiungibile in autobus dal centro cittadino. Pur essendo davanti ad alcuni complessi alberghieri, la spiaggia è libera e in bassa stagione gli ombrelloni (un palo con foglie di palma a mò di ombrello) sono gratuiti. Nella sabbia vivono una miriade di piccoli pappataci. Non vi preoccupate non sono fastidiosi e spesso non ci si accorge nemmeno della loro presenza anche perché escono all’alba e al tramonto. Un bar e un centro immersioni completano l’offerta che questa spiaggia offre.

Cayo Blanco

Questo Cayo è un piccolo paradiso al largo della costa della città di Trinidad, raggiungibile in barca con un’escursione in giornata. Partenza in mattinata, sosta per un pò di snorkeling nelle splendide acque al largo e arrivo al Cayo per l’ora di pranzo. Questa è la classica isola che ci si immagina di raggiungere dopo un naufragio: palme, sabbia bianca e tutt’intorno un mare cristallino. Gli unici abitanti del Cayo sono paguri, iguane e uccelli esotici e le acque basse pullulano di pesci. L’atmosfera e la tranquillità di questo isolotto lo rendono perfetto per una giornata di relax a base di sole e mare.

Cayo Santa Maria

Situata a nord-est dell’isola, nell’arcipelago di Sabana – Camagüey, Cayo St. Maria è un’altra spiaggia da togliere il fiato. Questo lembo di sabbia bianca è costellato da fantastici resort, quindi le spiagge sono private. Ma qui potete togliervi lo sfizio di trascorrere qualche giorno di completo relax e immergervi nelle sue stupende acque, o ammirare il panorama e i colori del cielo e del mare con un cocktail in mano… E perchè no, farsi anche una bella passeggiata con i piedi immersi nella morbida sabbia bianca quando tramonta il sole, rinfrescati dalla brezza serale, prima di accomodarvi nei grandi saloni degli hotel per gustare una pantagruelica (e all-inclusive) cena a cinque stelle.

Non importa se volete ricaricarvi durante (o al termine di) una vacanza dinamica alla scoperta dell’Isola o se desiderate solo rilassarvi senza muovere un dito, Cuba ha sicuramente la spiaggia perfetta per voi!

Booking.com

© 2016 - Riproduzione riservata

Mini guida

Mini guida di New York, seconda parte

Cosa vedere a New York in sette giorni e dieci giorni - seconda parte

Dopo aver girovagato per cinque giorni a New York, prima parte della guida, passiamo subito alla seconda parte con i giorni dal sesto al decimo....