Cosa mettere in valigia, la lista di Andrea - Viaggi Low Cost

Cosa mettere in valigia, la lista di Andrea

Cosa mettere in valigia, la lista di Andrea

di , | Cosa Fare

Da oggi e per 5 settimane sarà ospite su viaggi lowcost Andrea collaboratore di HostelsClub. Ho deciso di presentarlo facendogli fare una piccola intervista sulla sua lista degli oggetti che si porta con se in viaggio.

Ecco la lista di viaggio di Andrea di Hostelsclub:
Messenger Bag: capiente, leggera, pieghevole se serve. La uso ogni giorno per andare al lavoro, la uso per i viaggi brevi e per quelli lunghi: non solo è molto comoda, ma distribuisce bene il peso, non intralcia i movimenti, rientra nei limiti del bagagli a mano ma ci sta dentro veramente di tutto. È solida e so che posso maltrattarla, è sicura perché la porto a tracolla e non appesa a una sola spalla. Le tasche sono poche ma ben posizionate e ben progettate. E poi mi ricorda la mia bici lontana.

Samsung Q1: mini computer per essere sempre connesso. Lo porto solo se in ostello c’è il WiFi ovviamente. Perfetto per cercare informazioni, dare una veloce controllata alle email e chattare su skype, col microfono integrato e le cuffie del lettore mp3. Da abbinare sempre con un Hard disk esterno (500 giga nel mio caso), per scaricare le foto. (no, la Samsung non mi paga. Purtroppo).

Macchina fotografica: questo è ovvio. La fotocamera del telefono non mi basta, una reflex è troppo pesante e ingombrante, uso una punta e clicca di alta qualità, con ottica Zeiss.

Moleskine: ebbene sì, sono un romantico. Magari non lo uso mai, ma un Moleskine è sempre nella mia borsa quando viaggio, prendere appunti, segnare indirizzi, nuovi gruppi musicali, cose da fare o posti visti o da vedere su un Moleskine è diverso dal farlo su un semplice bloc notes. O no?

Ipod: ovviamente, la mia musica.Non è detto che la ascolti e anzi, se il viaggio è davvero divertente, mi dimentico persino di averlo, la sera torno in albergo distrutto e voglio solo dormire, la mattina parlo con gli altri ospiti, in aereo leggo la guida. Però se la sera piove o gli altri ospiti sono antipatici, ecco che il lettore MP3 torna utile. (e no, nemmeno Apple mi paga).

Guida: porto sempre una guida della città in cui vado, di solito la Lonely Planet. Curiosità, storia, ristoranti: è tutto qui e mi sono sempre trovato bene. Ed è tutto scritto e pensato per viaggiatori come me. Inoltre, con il computer posso controllare tutte e info. Ovviamente non l’ho mai usata per prenotare alberghi, (alzare il telefono e dire sono di HostelsClub di solito è sufficiente). (No, la Lonely planet non mi paga. Ci pensa già HostelsClub).

Libri: stesso discorso dell’ipod. Non mancano mai, ma se il viaggio mi prende davvero, non li apro mai.

Occhiali da sole/cappellino: certo, niente ti fa sembrare più un turista di girare con cappellino e/o occhiali da sole (a parte forse i convertible pants). Vi svelo un segreto: i locali non girano con cappellino o e occhiali perché di giorno stano al chiuso. Un turista, che passa tutta la sua giornata all’aperto e in giro, è molto più esposto al sole e si stanca gli occhi molto di più. Ovviamente preferisco gli occhiali.

Ora dovrei fare una bella frase sulle medicine e sull’importanza di portarsi sempre dietro un piccolo pronto soccorso ma non la farò, per due motivi: primo, che vi annoierei; secondo, che io non mi porto mai dietro medicine, cerotti o simili, e non ne ho mai avuto bisogno.

Se volete vedere la lista degli oggetti di viaggio di Federica di viaggi low cost andate sul blog di HostelsClub.

© 2009 - Riproduzione riservata

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!