Cornovaglia: itinerario low-cost tra falesie e brughiere - Viaggi Low Cost

Cornovaglia: itinerario low-cost tra falesie e brughiere

Cornovaglia: itinerario low-cost tra falesie e brughiere

di , | Cosa Fare

Considerata una delle contee più belle dell’Inghilterra, questo esile lembo di terra proteso verso l’Atlantico rappresenta il tratto di costa più esteso e suggestivo dell’isola, con panorami mozzafiato tra aspre scogliere di granito, verdi promontori, incantevoli baie e piccoli villaggi.

La Cornovaglia, come del resto tutta l’Inghilterra, è notoriamente una destinazione abbastanza cara,complice il cambio sempre meno favorevole, ma in realtà con i giusti accorgimenti può rivelarsi un viaggio meno dispendioso del previsto. Per arrivare si può usare uno dei tanti voli su Londra offerti da numerose compagnie low-cost (Easyjet, Ryanair ecc) che, se presi col giusto anticipo, permettono di raggiungere la capitale inglese con poche decine di euro. Da lì si può raggiungere in treno Pezance, la stazione più a sud, ed usare poi le linee secondarie o gli autobus delle compagnie locali per spostarsi tra le altre cittadine costiere, o decidere di noleggiare un’auto così da avere la massima libertà di movimento per esplorare la regione e raggiungere i tratti di costa più remoti e suggestivi.

St Ives
Annidata tra le scogliere sopra un’incantevole baia, St Ives è una delle cittadine più belle della regione, nota per le sue numerose gallerie d’arte che ne fanno un vivace centro artistico e culturale. Il centro è un dedalo di viuzze lungo le quali si affacciano numerosi bistrò, ristoranti, caffè e negozi d’arte. Frequentatissima d’estate, il traffico dell’alta stagione rovina un po’ l’atmosfera ma si può rimediare facilmente pernottando nella vicina Carbis Bay, una spettacolare baia con una magnifica e amplia spiaggia. Tra i tanti B&B che si trovano qui segnalo The Borthalan, che offre belle stanze con vista mare con prezzi da 40€ a notte. Carbis Bay è collegata a St. Ives tramite un comodo ed economico treno locale che arriva in città in pochi minuti attraverso uno spettacolare tratto ferroviario costiero. Per la sua posizione, Carbis Bay è un ottima base dalla quale partire alla scoperta della Cornovaglia con gite giornaliere, per poi godersi l’atmosfera rilassata di St Ives la sera.

Gwithian e Godrevy
Sul lato opposto della baia rispetto da St. Ives, Gwithian e Godrevy offrono oltre 4 km di magnifiche spiagge battute dal vento frequentate da surfisti e appassionati di kitesurf. Per gli amanti dei classici della letteratura inglese, al largo di Godrevy si erge il faro che ispirò il famoso romanzo di Virginia Woolf Gita al faro.

Newquay
Affacciata sulla costa settentrionale tra scogliere e spiagge bianchissime, Newquay è la città preferita dai giovani che d’estate la invadono trasformandola in una sorta di Rimini della Cornovaglia. E’ un posto molto animato e vivace, costellato di pub e locali dove si mangia e beve con poco, con infinite possibilità di alloggi economici, dagli ostelli per backpackers ai tantissimi B&B, non c’è che l’imbarazzo della scelta. La città ha una bella ed animatissima spiaggia ed è considerata la capitale del surf della contea, non ha caso ci sono tantissimi negozi specializzati e si incrociano frotte di ragazzi armati di surf che si dirigono verso la spiaggia per cavalcare le onde dell’oceano.

The Lizard
La penisola del Lizard (“la lucertola” per la sua forma particolare) offre i panorami più aspri e romantici della contea, con coste frastagliate, scogliere di granito su cui si infrangono onde spumeggianti e verdi brughiere. Si può arrivare in macchina (o col servizio di autobus pubblici dalla vicina Helston) fino a Lizard, un minuscolo villaggio con cottage di legno che trasuda tutto il fascino di un posto così all’estremità della terra, e i cui bar ricordano più i diners dell’America più remota che i più tipici locali inglesi. Dalla piazza partono numerosi sentieri costieri che attraversando la brughiera si congiungono con il South West Coast Path, il sentiero che costeggia tutta la costa sud occidentale della Cornovaglia, e conducono al Lizard Lighthouse (oggi completamente automatizzato) e al Lizard Point, la punta estrema sferzata dal vento. Sempre da Lizard si può prendere il sentiero che in ca. 2 km conduce a Kynance Cove, una bellissima spiaggia circondata da scogliere e promontori coperti di erica.

Zennor
Tra i più bei tratti del South West Coast Path c’è certamente quello che in ca.10 km congiunge St Ives a Zennor, un caratteristico villaggio dove era solito soggiornare D.H. Lawrence. Qui è obbligatoria una sosta al pub Tinner’s Arm, una tipica locanda col soffitto di travi in legno e il tetto in ardesia che lo scrittore era solito frequentare; per chi vuole percorrere la distanza di andata e ritorno da St Ives in due giorni si può pernottare al Old Chapel Backpackers Hostel, situato proprio lungo il sentiero costiero all’altezza di Zennor, un ostello ben tenuto e rimodernato con camerate o stanze doppie. Chi invece raggiunge il villaggio in macchina proverà l’ebrezza di percorrere le tipiche stradine di campagna della Cornovaglia, strette e costeggiate da muretti a secco: un panorama bucolico idilliaco ma un’esperienza poco rilassante per chi deve guidare: meglio noleggiare macchine di piccole dimensioni!

Land’s End
Land’s End, letteralmente la fine della terra, è il punto più estremo della regione dove le falesie lasciano il posto alle acque turbolente dell’Atlantico. Sicuramente uno dei luoghi più spettacolari di tutta la Cornovaglia, l’atmosfera magica viene purtroppo rovinata dal parco tematico (una sorta di cinema in 3d) che è stato costruito proprio accanto al centro visitatori, sul promontorio affacciato sul punto estremo della costa, il che rende ancora più incomprensibile come il parco sia frequentatissimo dalle famiglie inglesi che si accalcano all’ingresso. Si può comunque godere della bellezza del luogo allontanandosi lungo i sentieri costieri che partono dal centro visitatori per ammirare il paesaggio circostante. Land’s End è ben collegato con St. Ives da autobus pubblici (1h e mezzo).

Informazioni utili. Mezzi pubblici il sito ufficiale dei trasporti raccoglie informazioni ed orari su tutti mezzi pubblici (treni, autobus, traghetti) che collegano le cittadine e le principali mete turistiche della regione. Tra le principali compagnie di autobus ci sono http://www.westerngreyhound.com e http://www.firstgroup.com.
Pasti, tutte le cittadine hanno pub dove vengono serviti pasti abbondanti ed economici.

Post di Silvia di ViaggioLibera

© 2012 - Riproduzione riservata

ciao

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

riceverai una notifica via email non appena ti risponderemo