Colombia, perché visitarla, cosa vedere

Colombia, 4 motivi per visitarla

Colombia, 4 motivi per visitarla

Colombia, la destinazione low cost che potrebbe essere la tua prossima meta. Ecco quattro motivi per pensare a visitare la Colombia quest'anno.

di , | Cosa Fare

Booking.com

El peligro de Colombia es que te quieras quedar” (il pericolo della Colombia è che vorrai rimanere). Niente potrebbe essere più vero. E dopo aver passato 5 settimane in questo bellissimo paese, posso ufficialmente confermarlo. Questa terra e tutto ciò che contiene ti catturano dentro. Non conosco persona che dopo essere passata da lì non sia rimasta entusiasta ma soprattutto che abbia detto o pensato che non c’era più niente da visitare, da scoprire, da vivere.

colombia-popolazione-

Per la popolazione

Le persone che abitano questa nazione sono tra le più squisite che ho mai potuto incontrare nelle mie peregrinazioni. Pronte ad aiutarti. Sempre. Gentili e disponibili. Non so se sia perché sono una ragazza che viaggia sola zaino in spalla, ma non c’è stata famiglia, persona, gruppo di amici incontrati che non si sia presa cura di me. Che non mi abbia fatto sentire protetta. Non mi sono mai sentita sola. Non mi sono mai sentita persa. I colombiani sono gentili, altruisti e interessati. Interessati a scoprire cosa accade dall’altra parte dell’oceano, cosa pensiamo di loro, come cresciamo, i nostri valori, i nostri ideali. E sono entusiasti di farsi scoprire a loro volta, loro e la loro fantastica terra.

colombia-popolazione

Per il ritmo

La Colombia è Salsa. In ogni zona. Ovviamente ogni departamento (l’equivalente delle nostre regioni) ha le sue caratteristiche, ma il ritmo è in ogni dove. Ho conosciuto diversi viaggiatori che andavano in questo meraviglioso Stato per imparare a ballare, lì, nel suo posto.
Cali è una delle mete più ambite per gli amanti di questo stile che qui prende il nome di “Cali Style” e si caratterizza per essere molto creativa, energica e sensuale con grande spazio alla spontaneità. Sono quindi tantissimi coloro che partecipano alla grande festa di fine di Dicembre per ascoltare la Colombia in festa, da non perdere assolutamente. Musica, colori in ogni dove, gente che balla per strada, festival e concerti dappertutto, dove abbandonarsi e partecipare perché l’allegria è presente in ogni volto e dove ogni colombiano è entusiasta di insegnare a ballare a una straniera! Ogni occasione è buona per imparare.
colombia-paesaggi

Per i paesaggi

Questo è il paese che può soddisfare tutte le esigenze di un viaggiatore. Grande quattro volte l’Italia è infatti sorprendentemente attrattiva in ognuno dei suoi angoli più conosciuti o nascosti. A Nord è bagnata dal mar dei Caraibi, dove è obbligatoria una tappa al Parque de Tayrona (riserva naturale conosciuta per le sue incredibili spiagge. Si alloggia nei camping a ridosso della spiagge in tenda o amaca. Consiglio vivamente di portarsi acqua e cibo perchè i ristoranti, sporadici, sono cari. Purtroppo come ogni cosa bellissima e conosciuta si paga l’ingresso (38000 pesos che sono più o meno 13€). Si arriva con un bus da Santa Marta o dalla vicina Taganga.

ciudad-perdida

Queste città sono anche il punto di partenza per un’escursione alla Ciudad Perdida, che come dice il nome, è una città antica, abitata da popolazioni indigene, persa su una montagna. Si arriva a visitare il posto solo dopo una lunga e sfiancante camminata di 4, 5 o 6 giorni. Il percorso è affrontabile solo con una guida (ci sono diverse agenzie a Santa Marta e ognuna è valida).

Non ci sono particolare differenze perchè durante il tragitto ci si mischia con diversi altri gruppi per mangiare, fare un bagno nelle cascate naturali che la montagna offre e dormire. Neppure il costo cambia. E qui uno potrebbe svenire. Sono infatti 600000 pesos, ovvero 215€. Ma è un contributo per l’agenzia, le guide, mangiare, dormire, acqua, dogane, trasporti. Ma anche se la spesa è grande. ed è una camminata sfiancante, vale la pena vivere questo mondo in un’avventura veramente unica.

colombia-cittaperduta

Leticia, poi, è l’ultima città nel profondo sud. Forma una tripla frontiera invisibile con Perù e Brasile ed è raggiungibile solo in aereo o per fiume, ma prima di partire sappi che non sarai mai preparato abbastanza allo spettacolo dell’Amazzonia vista dal finestrino dell’aereo, al gigantesco tappeto verde che ti si para, infinito, innanzi.

Da non perdere assolutamente anche Medellin, Armenia, Pereira, la zona caffetera. Queste sono le maggiori città di Antioquia per cominciare un tour per chi vuole conoscere una delle più tipiche e famose produzioni di Colombia. È un tour di aromi e paesaggi maestosi che catturano sicuramente l’attenzione di chi li visita.

colombia-mercato

Per chi viaggia low cost

La Colombia per un europeo è indubbiamente molto economica. Moltissime persone offrono un posto dove dormire gratis nelle proprie case attraverso il couchsurfing, dove oltre a dormire ho stretto meravigliosi legami con la gente del posto, vivendo davvero la città e il paese, ma si può contare anche su una grandissima offerta di buoni ed economici hostel (anche sotto i 10€).

Per muoversi per il paese il mezzo più utilizzato è il bus. Non comprare mai il biglietto per internet perchè potrai sempre abbassare il prezzo. Alla stazione chiedi alle varie agenzie e offri sempre di meno. Vincerai sempre tu questa guerra (cosa non valida nelle feste. Quasi rimanevo a Medellin per la mia solita mancanza d’organizzazione…ma che ci posso fare se a me piace improvvisare).

colombia-come-muoversi

Consiglio comunque di considerare l’opzione del volo perchè quelli interni sono davvero economici (capita costino meno dell’autobus. Pagai per Bogotà a Santa Marta 10€ in più rispetto al bus ma risparmiai 15 ore di viaggio e tutto comprandolo solo 14 ore prima del volo! Consulta sempre siti che ti danno diverse opzioni come atrapalo.com, despegar.com, e poi acquistalo nel sito web della compagnia per evitare che aumentino le tasse).

Prendi sempre il bus in città. Puoi fermarli come se fossero taxi e chiedere direttamente all’autista se vanno nella direzione giusta e ti faranno segnale per dove scendere. Il biglietto costa 1€ e, non so, sarà per la gente che suona, per chiaccherare con il tuo vicino, per sentirti orgoglioso di poterti muoverti come locale nel luogo, ma io ho sempre preferito questa opzione. Amo viaggiare confondendomi con le popolazione, essere una di loro, studiarli da vicino e vivere le loro realtà. Insomma essere sempre più viaggiatrice che non turista.

Booking.com

© 2015 - Riproduzione riservata

Rispondi

Mini guida

Mini guida di New York, seconda parte

Cosa vedere a New York in sette giorni e dieci giorni - seconda parte

Dopo aver girovagato per cinque giorni a New York, prima parte della guida, passiamo subito alla seconda parte con i giorni dal sesto al decimo....