Chicago, cosa vedere in una settimana nella città dell'Illinois

Chicago, cosa vedere in una settimana

Chicago, cosa vedere in una settimana

Chicago, città mitica per chi si appresta a fare la Route 66, la terza città degli Stati Uniti per numero di abitanti, affascina per i grattacieli, ma anche per la sua splendida posizione sull’immenso lago Michigan.

di , | Cosa Fare

Chicago, la capitale dell’Illinois, è una meta imperdibile per chi ama le metropoli americane e per chi si appresta a fare la Route 66. La terza città degli Stati Uniti per numero di abitanti, affascina non solo dai grattacieli secondi solo a quelli di New York, ma anche per la sua splendida posizione sull’immenso lago Michigan e i corsi d’acqua che l’attraversano.

Molte le cose da vedere a Chicago e tutte più o meno vicine.

Si parte dall’Art Institute of Chicago e dal Loop della città. Il noto museo d’arte ospita numerose opere famose passando da artisti come Pollock, Monet, Picasso, Van Gogh, Gauguin fino al famosissimo quadro American Gothic di Grant Wood. La visita comporta almeno un paio di ore se si vuole girarlo bene e il costo del biglietto è di ben 25 dollari per gli adulti con diversi sconti per bambini, studenti o senior.

A fianco dell’Art Institute of Chicago si trova il bellissimo Millennium park con le sue opere avveniristiche come la psichedelica Crown Fountain, una fontana con due parallelepipedi posti uno di fronte all’altro che fungono da enormi video wall dove vengono proiettate immagini animate di persone comuni che vivono a Chicago. Qui i bambini della città amano giocare con gli spruzzi della fontana nelle giornate afose e in estate, a meno che non andate presto al mattino, sarà sempre super affollata. Si prosegue con le Giant Heads che si nascondono nel parco e il magnifico “The Bean” o meglio il Cloud Gate soprannominato successivamente “il fagiolo” per via della sua forma. Divertitevi a fare mille foto con i riflessi distorti dalla sua superficie a specchio.

Attraversate il parco per ammirare l’avveniristica Chicago opera Theater tutta di acciaio dove in estate potete anche assistere a concerti con ingresso libero. Per verificare il programma consultate il sito www.grantparkmusicfestival.com. A proposito di festival, all’inizio di agosto c’è il tanto atteso Lollapalooza: tre giorni non stop di musica con artisti di calibro internazionale. Se interessati, acquistate i biglietti per tempo, ma molto tempo prima. Non preoccupatevi se capitate in quel periodo, la città non è congestionata da festival!
Per terminare la visita al parco arrivate fino alla Buckingam Fountain facendo attenzione a non bagnarvi!

Un’altra attrazione da non perdere nella Windy City, è la crociera sul fiume tra i grattacieli. Diversi i tour tra cui scegliere, tutti in partenza dal Navy Pier. Mettete in conto un’oretta buona e rilassatevi guardando all’insù. Una volta rientrati potete fermarvi al Navy Pier per cenare, guardare qualche negozio e se è già sera, aspettare i fuochi d’artificio che si svolgono ogni due sere a settimana. Non aspettatevi però un Pier come quello di San Francisco!
Sempre rimanendo al Navy Pier potete noleggiare le bicicletta in uno dei vari “rent a bike”: avrete modo così di esplorare la parte costiera del Lago Michigan godendovi un po’ di relax in una delle varie spiagge con vista sullo skyline della città.

Imperdibili sono anche i due grattacieli da cui ammirare la città dall’alto: la Willis Tower e l’Hancock Center. Alla Willis Tower troverete due specie di cubi in vetro trasparente dove immortalarvi completamente sospesi sulla città, e godervi il panorama sotto di voi. Anche l’Hancock Center merita una salita. Ma nel caso vogliate risparmiare potete optare per il bar posto subito al piano sotto dell’osservatorio dove al costo di un cocktail potrete godervi comunque il medesimo panorama che trovereste sopra.

Girate la città a piedi, ammirate il vecchio teatro, andate alla ricerca del Flamingo e delle statue di Picasso, costeggiate il fiume passeggiando sulla river walk e non perdete l’occasione di provare la EL, la metropolitana sopraelevata che vedrete sfrecciare spesso sopra le vostre teste.

Per gli amanti della street art, spingetevi fino al Pilsen, il quartiere messicano caratterizzato da una sorta di galleria a cielo aperto. Molti i palazzi con le facciate completamente dipinte da murales enormi attraverso i quali gli artisti hanno voluto raccontare frammenti di vita quotidiana, ideologie, religione e tante speranze. Se il Pilsen vi risulta scomodo, in alternativa altri murales vi aspetteranno nel River North, al South Loap o al Lincoln Park. Quello assolutamente da non perdere è “Greating from Chicago” situato in Milwaukee Avenue, poco distante dalla fermata della metropolitana.

Di Chicago si sa poi che è considerata la patria del blues: non si può dunque non trascorrere una serata in uno dei numerosi club. Se cercate qualcosa di molto “real” andate al Blue Chicago, un piccolissimo locale in N Clark Street dove con 10 dollari potrete entrare ed ascoltare live dell’autentico blues senza l’obbligo di consumazione.

Prenotate tutto per tempo, optate per la city card che vi farà risparmiare un po’ di soldi perché ahimè Chicago… è piuttosto cara soprattutto se si ha una macchina: potrete arrivare a spendere ben 50 dollari per un parcheggio per una sola notte.

A questo punto siete pronti a lasciare la città ma non senza una colazione dal famosissimo Lou Mitchell’s, un must prima di avventurarsi sulla mitica Route 66.

© 2017 - Riproduzione riservata

ciao

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

riceverai una notifica via email non appena ti risponderemo

Mappa

Mini guida

Mini guida di New York, seconda parte

Cosa vedere a New York in sette giorni e dieci giorni - seconda parte

Dopo aver girovagato per cinque giorni a New York, prima parte della guida, passiamo subito alla seconda parte con i giorni dal sesto al decimo....

Meteo

Stati Uniti d'America
C
% humidity
wind:
H • L