Sei luoghi da visitare in Campania con la famiglia, per il divertimento di bambini e adulti.

Sei luoghi per bambini da visitare in Campania

Sei luoghi per bambini da visitare in Campania

Siete alla ricerca del viaggio ideale insieme ai bambini? Non perdete i sei luoghi consigliati in Campania per il divertimento di piccoli e grandi!

di , | Cosa Fare

Booking.com

La modalità di viaggio di una famiglia con bambini piccoli è giocoforza diversa da quella di una coppia o di un gruppo di ragazzi. Esigenze e preferenze possono influenzare la scelta di una destinazione anziché di un’altra.
Tuttavia è pur sempre possibile non cambiare i piani di un viaggio; magari ricercando, nella zona che si è scelto di visitare, qualche attrazione o qualche posto in cui passare ore piacevoli in compagnia della componente più piccola della famiglia.

I luoghi da visitare in Campania con i bambini sono tanti e diversi, ciascuno con delle peculiarità tali da coniugare interesse e divertimento per i più piccoli e capaci allo stesso modo di allentare lo stress e la quotidianità degli adulti.
Vediamo quali e dove sono.

1. Lacenolandia

Lacenolandia ad esempio è un parco divertimenti situato sull’altopiano Laceno a 1.100 metri sul livello del mare. A ragione è considerato il parco più alto d’Italia! Con i suoi 3.500 mq di superficie, Lacenolandia offre decine di attrazioni per tutte le età: da quelle per i più piccoli a quelle più adrenaliniche. Inoltre nel comprensorio dell’altopiano è possibile organizzare passeggiate a cavallo, escursioni in quad, prendere la seggiovia per salire in cima e godere dello spettacolo della natura campana. Lacenolandia è attivo sia d’estate che d’inverno quando le piste da sci permettono a grandi e piccini di praticare lo sci sia a livelli “pro” che per principianti.

2. Magic World

Magic World è un bellissimo parco acquatico di Napoli che, oltre a contenere i grandi classici di un comune parco divertimenti quali l’autoscontro, la nave dei pirati, la ruota panoramica, il tappeto volante e le montagne russe, offre la possibilità di provare l’adrenalina di divertentissime e spericolate cadute a bordo di gommoni. E poi ancora tappeti elastici, le aree con le palline colorate e uno spassoso teatrino dei burattini; tutto questo può costituire per i bambini un piacevole diversivo ai musei o ai monumenti partenopei.

3. Dino Park

Alzi la mano chi conosce un bambino a cui non piacciano i dinosauri. Il Dino Park è ubicato nel Sannio ed è un bel parco tematico che consente a grandi e piccini di viaggiare nel tempo tornando indietro a milioni di anni fa. Sono 15 le riproduzioni fedeli e ben fatte di dinosauri a grandezza naturale realizzate in vetroresina e collocate in ambienti e ricostruzioni tali da immergersi in pieno Giurassico. Inoltre una sala multimediale con 30 postazioni consente di rilassarsi visualizzando documentari ed animazioni sulla vita di prede e predatori. Fuori, un’area attrezzata per pic-nic con tavoli e panche, permette altresì di passare una bella giornata all’aria aperta.

4. Museo di Pietrarsa

Secondi solo ai dinosauri, i treni sono un’altra grande passione dei bambini. Cosa c’è di meglio che un intero museo dedicato alla storia della locomozione? Enormi padiglioni pieni di colossali signore sbuffanti così grandi e belle da catturare l’attenzione anche del bambino più disiniteressato. Dalle locomotive dell’800 alle littorine d’epoca, il museo di Pietrarsa è il paradiso per adulti e bambini amanti del mondo dei treni. La fondazione FS ha inoltre calendarizzato delle partenze dalla stazione centrale di Napoli con dei treni d’epoca che trasportano il visitatore direttamente nel sito museale a Portici-Pietrarsa: nel biglietto del viaggio a/r è incluso l’ingresso nel museo.

5. Parco Avventura Montevergine

Il Parco Avventura Montevergine si trova in Irpinia ed è il classico percorso avventura attrezzato con itinerari sospesi fra gli alberi: ponti tibetani, tunnel, piattaforme e teleferiche davvero mozzafiato. I visitatori (adulti e bambini) metteranno a dura prova le proprie capacità di equilibrio e forza fisica. Da segnalare comunque che tutte le attività sono sempre svolte con le adeguate attrezzature di sicurezza (caschi, imbracature etc.) e non prima di aver conseguito un breve briefing con gli istruttori. Nel parco è presente anche un’area pic-nic con tavoli e barbecue.

6. Edenlandia

Permettetemi un’ultima segnalazione per il parco tematico più noto della Campania: Edenlandia, uno storico parco appena fuori il centro nevralgico di Napoli che attualmente, dopo una lungo periodo di chiusura per ristrutturazione, è in attesa di riapertura (si pensa entro la fine del 2017). Inaugurato nel lontano 1965, Edenlandia è un parco liberamente ispirato a Disneyland, nato solo 10 anni prima in California. Prevedeva numerose attrazioni decisamente avveniristiche per quell’epoca. Inoltre è talmente grande che al suo interno include un giardino zoologico. Personalmente non vedo l’ora che riapra!

Booking.com

© 2017 - Riproduzione riservata

Mini guida

48 ore a Roma tutta a piedi

Roma a piedi cosa vedere in tre giorni

Pensare ad una guida low cost a Roma in 48 ore, è stato abbastanza difficile. Potrei essere scontata su alcuni aspetti, ma vedere Roma in un weekend...