Bosco Chiesanuova a Verona, perché visitarla

Bosco Chiesanuova a Verona, perché visitarla

Bosco Chiesanuova a Verona, perché visitarla

Bosco Chiesanuova, località nei pressi di Verona, in Veneto, un post sul perché visitarla e perché evitarla. Leggi il post e scegli la tua prossima vacanza e destinazione low cost in Veneto.

di , | Cosa Fare

Poco oltre i confini a nord del comune di Verona, la pianura padana lascia spazio alla zona delle prealpi venete conosciuta come Lessinia, che prende il nome dai monti che la caratterizzano.

Da sempre capoluogo indiscusso della zona, a quasi 1100 metri sul livello del mare, si trova il paese di Bosco Chiesanuova, terra di montagna e di campioni dello sport, dai fratelli Valbusa alla campionessa olimpica di Mountain Bike Paola Pezzo.

bosco-chiesanuova-centro

Sci alpino e nordico, ciclismo su strada e mountain bike, pattinaggio e hockey su ghiaccio, escursionismo alpino. I motivi di interesse per chi non sa star fermo un attimo ci sono tutti, racchiusi peraltro in una cornice di un paesaggio di rara bellezza.

Il lato culturale è anch’esso soddisfatto su tutti i fronti: le feste popolari, la tradizione rivisitata della transumanza, un importante film festival della Lessinia, un museo etnografico, un territorio ricco di testimonianze fossili.

bosco-chiesanuova-neve

Insomma, tutti gli ingredienti per essere una Cortina “in salsa veronese” sembrano esserci tutti… manca il cuoco però! O, quantomeno, da qualche anno se n’è scappato via. Ora come ora, nonostante tutto il ben di Dio di cui gode, Bosco Chiesanuova sembra un paese abbandonato a se stesso, una “mucca da mungere” come direbbe qualcuno bravo, un prodotto su cui non investire più nulla, sfruttarlo per quel che è (e soprattutto quel che è stato), e poi chissà, quel che viene viene.

La situazione viabilità è terribile, sia in salita (assurdo far attraversare tutte, ma proprio tutte, le stradine del centro per arrivare al primo, piccolissimo parcheggio), sia in discesa, con un ritorno verso la città da panico, con la garanzia di una coda chilometrica in qualsiasi periodo dell’anno.

bosco-chiesanuova-palaghiaccio

Il parcheggino citato, centrale, è coerentemente sempre in crisi con i propri parcometri automatici, e coerentemente sempre ben presidiato dalle ronde dei vigili urbani dalla penna pronta. Ad esso, poco oltre il palaghiaccio ed il cimitero, c’è ora un ampio parcheggio gratuito. Bene, ma non sperate di poter camminare poi su un marciapiedi, perché semplicemente non esiste, con l’ulteriore aggravante delle auto parcheggiate a bordo strada.

Il palaghiaccio è bello, cavoli se è bello. Grande e ben tenuto, con orari ampi, servizio di noleggio pattini, tribune e bar. Ma nei periodi punta, forse, sarebbe più opportuno fare turni più brevi (tanto… chi è che pattina due ore e mezza filate?) e garantire così una maggiore rotazione e minori code. E sarebbe sicuramente opportuno usare un po’ di sale per sghiacciare la discesa che porta all’ingresso. Vabbè che si va per pattinare, però.

boscochiesanuova

Il centro storico è carino, due belle piazzette gemelle, una creperia sempre presa d’assalto ed il piazzale della chiesa con qualche bar pasticceria quasi caratteristico. E poi le bancarelle a tema. Cimbro? Veronese? Veneto? No. Salumi toscani e dolciumi calabresi.

© 2016 - Riproduzione riservata

Mappa

Mini guida

48 ore a Venezia, mini guida per un weekend low cost

Cosa vedere a Venezia in 3 giorni

Venezia è una delle città italiane che tutto il Mondo ci invidia. Venezia è la città dell'amore, la città dell'acqua alta, la città degli...

Meteo

Verona
C
% humidity
wind:
H • L

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!