Bologna, 5 cose da vedere - Viaggi Low Cost

Bologna, 5 cose da vedere

Bologna, 5 cose da vedere

Bologna la grassa, Bologna la Dotta, Bologna la Rossa. Bologna e le cinque cose da vedere dal complesso delle Sette Chiese a San Luca, i portici, le Due Torri e tanto altro.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Bologna la grassa, Bologna la Dotta, Bologna la Rossa.

bologna-portici
Bologna è la mia città acquisita, la città dove ho messo radici, la città di cui mi sono innamorata dopo soli due giorni di permanenza. Non mi ero mai sentita così a mio agio in nessun posto. Questa per me è la caratteristica più bella di questa città, la sua libertà, la sua capacità di accogliere e farti sentire che c’è posto anche per te, un gran bel posto.

A Bologna è bello perdersi, in quei vicoli che sembrano riportarti in un’epoca che non c’è più, ma che sono vivi sempre.

bologna-dallalto
Bologna è famosa per le Due Torri ovviamente, ma erano circa 100 le torri che un tempo sovrastavano il capoluogo emiliano. E le Due Torri, la Garisenda e quella degli Asinelli, svettano lì, alla fine di Via Rizzoli, imponenti e un pò storte, simbolo di un potere passato. Salite sulla Torre degli Asinelli (costa 3€) e potrete gustarvi una vista mozzafiato sulla città e i colli circostanti.

Proseguendo poi su Via Rizzoli arriverete al secondo punto focale di Bologna, Piazza Maggiore, la Piazza Grande di Lucio Dalla, dove potrete trovare la Fontana del Nettuno, la mai finita Basilica di San Petronio e, il mio preferito, Palazzo Re Enzo, uno splendido castello sulla piazza centrale.

IMG_0074.JPG
San Petronio non è il duomo di Bologna, nonostante lo pensino in molti, ma è la chiesa principale di Bologna, sesta più grande in Europa, speciale nella sua incompiutezza.

Palazzo Re Enzo ha forse una storia più complessa che risale al XIII secolo. Fu costruito a partire dal 1244 il come ampliamento del Palazzo del Podestà, tuttavia la storia l’ha legato a Re Enzo di Sardegna, da qui il nome attuale dell’edificio, che, come la leggenda vuole, vi rimase imprigionato per 23 anni fino alla sua morte.

bologna-settechiese
A questo punto basta direzionarsi verso il portico del Pavaglione per arrivare a un’altra chicca bolognese, l’Archiginnasio, sede della più antica università del mondo e oggi Biblioteca comunale. Noterete il suo splendore sin da subito, vi basterà guardare in alto in direzione delle incredibili volte affrescate.

All’interno il palazzo cela anche un bellissimo teatro anatomico costruito nel 1637. L’Archiginnasio è il più grande complesso araldico murale al mondo, con circa 7000 stemmi studenteschi.

bologna-sette-chiese

Ora vi potete dirigere attraverso il bellissimo quartiere del Quadrilatero fino alla suggestiva Piazza Santo Stefano, dove troverete l’omonima Basilica nel bellissimo complesso delle Sette Chiese.

Le Sette Chiese sono un santuario davvero singolare e delle sette chiese originali oggi ne rimangono solamente quattro. La storia racconta che il complesso venne costruito nel 430 sulle fondamenta di un tempio pagano, con l’intenzione iniziale di realizzare a Bologna una Gerusalemme, per subire nei secoli una serie di ampliamenti e modifiche che lo portarono a diventare sette chiese costruite praticamente l’una dentro l’altra.

bologna-sanluca
Santo Stefano è la splendida piazza su cui si affacciano solamente tre delle chiese del complesso ovvero la Chiesa del Crocifisso, la Chiesa del Calvario e S.S. Vitale e Agricola. La visita all’interno vi lascerà senza parole e, se non ci saranno troppi turisti, vi sembrerà di essere tornati indietro nel tempo.
bologna-san-luca

E infine, se volete fare qualcosa di davvero imperdibile e siete dei buoni camminatori, dovete recarvi alla Basilica di San Luca, non con i mezzi ma facendo la bellissima passeggiata che parte da Porta Saragozza e sale fino alla Basilica, dalla quale godrete di una bellissima vista sui colli.
A Bologna è abitudine andare San Luca per fare un fioretto ma per molti è anche una meta sportiva, quando la sera si riempie di runner e volenterosi camminatori. Il Portico che porta a San Luca è il portico più lungo del mondo, con i suoi 3.796 mt e i suoi 666 archi, costruito tra il 1674 e il 1721, ed è ancora bellissimo, come un tempo.

Booking.com

© 2016 - Riproduzione riservata

Mini guida

Tour di 48 ore nell’Alta Valmarecchia riminese

Cosa vedere in Valmarecchia

Un tour di 48 ore nell’Alta Valmarecchia, tra boschi, storia, arte e naturalmente la gastronomia. La valle del Marecchia, dove scorre...