Berat in Albania, cosa vedere in un viaggio nell'est Europa

Cosa vedere a Berat, in Albania

Cosa vedere a Berat, in Albania

Cosa vedere a Berat, in Albania, dalla scoperta delle strutture architettoniche più importanti, alle stradine della città albanese, leggi il post.

di , | Cosa Fare

Berat è una cittadina dell’Albania situata a 130 km a sud della capitale Tirana.

Fondata nel IV e V secolo a.c, è conosciuta per le sue splendide case ottomane che si arrampicano sulla collina fino al castello. Il soprannome di “città delle mille finestre” gli è valso l’ingresso nel Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco nel 2008.

berat-albania

La città vecchia è caratterizzata da muri bianchi e finestre con infissi neri. E’ molto bello perdersi tra i vicoli di queste case e ammirare appieno la particolarità di questa città. La città è divisa in 3 parti, Mangalem, situata sul lato della fortezza, Kalasa la parte all’interno della fortezza e Gorica, situata sul lato opposto del fiume.

Per collegare le due sponde del fiume Osumi c’è un ponte pedonale a sette arcate che risale al 1780.

berat-albania-stradine

Una delle principali cose da vedere è la zona Kalasa, un dedalo infinite di viuzze. Se si passeggia senza meta è possibile entrare per caso in qualche cortile privato e scambiarlo per una chiesa o per un’altra viuzza. Queste improvvise presenze non disturbano gli abitanti residenti.

Il punto più alto è dominato dalla fortezza interna dove, grazie a delle scale in rovina, si arriva in cima a un punto panoramico dal quale ammirare il fiume e le due sponde con adagiate le tipiche case ottomane.

berat-dallalto

Il museo Onufri situato nella chiesa della Dominazione di Maria, ospita delle spettacolari opere d’arte cinquecentesche. Sarà possibile ottenere il permesso per visitare le numerose chiese presenti in città.

All’interno delle mura ci sono la chiesa della Santa Trinità, un’interessante chiesa situata sotto la fortezza superiore, quella di San Teodoro accanto alle porte della cittadella e le piccole cappelle di Santa Maria Blachernae e di San Nicola.

berat-frutti

Non fatevi scappare la Moschea Rossa accanto alla parte meridionale delle mura, che è stata la prima moschea di Berat, risalente al XV secolo.

La cappella di San Michele è arroccata in un interessante cornice di roccia sotto le mura del castello. La stessa però si può raggiungere percorrendo un sentiero che parte dal quartiere adiacente al fiume. La sua posizione è davvero molto suggestiva e diventa un obbligo andare a visitarla.

Il Museo Etnografico, si trova sulla strada che porta al Castello, situato all’interno di una antica casa ottomana. In essa sono custoditi abiti tradizionali, utensili, e tanto altro. Al piano superiore si può ammirare come era strutturata la casa all’interno con le camere e la cucina arredate con mobili in stile tradizionale.

berat-vie

L’università di Berat domina con la sua immensa cupola la parte moderna della città, che si estende lungo il fiume.

A Berat è abbastanza facile trovare un alloggio, ci sono alberghi e ostelli, sia nella parte vecchia sia nella parte nuova, consiglio di cercare prima nella parte vecchia perchè è più suggestiva. Problematico trovare un parcheggio se intendete dormire nella parte vecchia della città.

Alcune foto sono del sito www.travelcake.net

© 2016 - Riproduzione riservata

Mappa

Mini guida

48 ore a Barcellona, guida per 3 giorni low cost

Cosa visitare a Barcellona in 3 giorni

Barcellona è una delle nostre città preferite, non a caso abbiamo qui su Viaggi Low Cost tantissimi post consigli su dove dormire, cosa fare, ma...

Meteo

Europa
C
% humidity
wind:
H • L

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!