Tutti i ponti del 2013, ecco il calendario per programmare i viaggi

Benvenuto 2013! Pochi ponti ma buoni davvero

Benvenuto 2013! Pochi ponti ma buoni davvero

di , | Cosa Fare

Volete prima la notizia buona o la cattiva? Ok, faccio io…

Festività “mangiate” – Il 2013 sarà un anno in cui molte feste cadranno al posto sbagliato: la befana, ce ne siamo già accorti, cadrà di domenica, così come il 2 giugno e l’8 dicembre. Soprattutto per quanto riguarda il 2 giugno si tratta di una grave perdita per chi avrebbe sfruttato l’eventuale ponte all’estero, in quanto è una festività solo italiana, e fuori casa si sarebbe potuto risparmiare qualcosina, essendo giorno feriale.

(Mega)ponti di primavera – Si può però recuperare tutto d’un colpo con le festività primaverili del 25 aprile e primo maggio, che cadono di giovedì e mercoledì, lasciando ampio spazio all’immaginazione per quanto riguarda le combinazioni di ponti da sfruttare. Con un giorno di ferie si fa il classico giovedì-domenica, aggiungendone un altro paio si va fino alla festa (e al mese) dopo. Vogliamo esagerare? Con 8 giorni di ferie, al lavoro si dimenticheranno la vostra faccia, perchè potrete sparire dal 20 aprile al 5 maggio!

Ponte estivo – Ferragosto cadrà di giovedì. Cambia poco per i molti che saranno già in ferie, ma per chi le fa in altro periodo potrebbe essere occasione per una nuova vacanzina di 4 giorni. Per chi è già stato al mare, una rinfrescatina in montagna sarebbe buona e giusta.

Ponte dei morti – Il ponticino dei morti (sempre brutto da dire così ma almeno si capisce subito qual è) ci regala un weekend lungo, in cui scegliere se farci un “tour cimiteriale” o una gita altrove… o unire le due cose se abbiamo cari sparsi un po’ in giro per la penisola.

Dulcis in fundo – Come nell’anno appena passato, Natale e Santo Stefano si piazzano bene a centro settimana, così come Capodanno che scade proprio di mercoledì e la befana 2014 completerà l’opera di lunedì. Stesso discorso sulle varie combinazioni possibili di ponti che si era già fatto prima per le feste di primavera, con la variante dell’aggiunta di una festività in più, e di un’altra in coda al tutto. Quest’anno, per chi già non lo fa d’ufficio, la tentazione di tirare una bella riga dal 21 dicembre al 6 gennaio si presenta irrinunciabile: 17 giorni al prezzo di 6 o 7 (a seconda di come viene conteggiata la Vigilia) non sono certo una cattiva offerta!

© 2013 - Riproduzione riservata

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!