Bangkok, cosa fare, dai mercati ai massaggi in una guida

Bangkok, 5 cose da fare

Bangkok, 5 cose da fare

Pochi giorni a Bangkok? Ecco cinque cose da fare nella città della Thailandia per vedere il minimo indispensabile. Non parliamo di siti culturali, ma di attività locali, come mercati e aperitivi all'ultimo piano dei grattacieli più famosi della città.

di , | Cosa Fare

Se non siete mai stati a Bangkok e avete in programma un giretto di passaggio il vostro problema sarà scegliere cosa fare, vedere e mangiare. Se state per tornarci, la domanda da porsi è: scoprire cose nuove o cedere alla tentazione di ripetere quelle già provate? Scegliere è difficile ma delle 5 cose da fare una volta arrivati in città, una è assolutamente da ripetere all’infinito: la prima di questa mia personalissima lista!

mercati-bangkok

Girovagare per i mercati notturni

In città ne trovate parecchi e ognuno vi regalerà sensazioni ed esperienze differenti. Uno dei più gettonati dai turisti è quello di PatPong, famoso anche per la sua zona a “luci rosse”: i banchi iniziano a comparire nel tardo pomeriggio e rimangono in attività fino a sera. Si vende, si contratta, si strilla, si mangia. Onestamente? Lo trovo fra i più brutti e inflazionati.

Talai Rod Fai Market

Il mio preferito è il Talai Rod Fai Market: il vintage che trova la sua massima espressione nella location, questo mercato nasce su una vecchia ferrovia abbandonata. Inoltre, se avete la passione della fotografia, offre scorci interessanti. Vestiti, oggetti da collezione, occhiali, abiti, scarpe e buon cibo. Anche qui come in tutta la città potrete assaggiare l’ottimo street food thailandese: da giovedi a domenica (dalle cinque a mezzanotte) quest’area si riempie di vita e profumi. Lo trovate a Srinakarin Road Soi 51.

Khao San Road, Bangkok, Thailand.

Massaggi, massaggi e ancora massaggi

I centri in cui li fanno sono praticamente ovunque, per strada, nei centri commerciali e negli hotel. Come scegliere? Anche in questo caso: fidatevi del vostro istinto! Personalmente li ho fatti sia per strada che nei shopping center e mi sono sempre trovata benissimo. Le proposte sono tante, impazzirete fra oli profumati, aromi particolari, scrub e molto altro. Ne ho sperimentati solo due: il classico massaggio ai piedi (foot massagge) e quello tradizionale tailandese (indicato come thai massagge). Partiamo dal primo: dirvi che a fine giornata è semplicemente fantastico è scontato ma inevitabile, in qualsiasi momento, ovunque siate, potete entrare in un shop massagge, accomodarvi su una delle poltrone e abbandonarvi alla massaggiatrice. Finalmente capirete cosa si prova ad avere il mondo ai propri piedi.

thailandia-massaggio

Il secondo tipo invece è decisamente più forte, o lo ami o lo odi. La mia amica ed io lo abbiamo amato molto! Dati i prezzi irrisori, ci siamo affidate ad una beauty farm in un centro commerciale. Troverete un’ atmosfera rilassante e luci soffuse, vi faranno accomodare in piccole stanze e vi forniranno un completo in cotone molto largo e comodo. Quando sarete sdraiate sul materassino, basso e sottile, la massaggiatrice utilizzerà diverse parti del suo corpo(ginocchia, talloni, pollici, avambraccia etc) per effettuare il massaggio prima delicatamente e poi in maniera più intensa. Assumerete posizioni non molto naturali e vi farà scrocchiare anche quello che non pensavate fosse “scrocchiabile”.

bangkok-taxi fluviali

Usare i taxi fluviali

Osservare una città dall’acqua è meraviglioso. Se a Torino mi diverto ad andare su e giù con i tram per il centro storico, qui potrete navigare su e giù per il fiume Chao Phraya tutte le volte che desiderate, osservando il contrasto architettonico che Bangkok vi regalerà. Attraversare semplicemente il fiume vi costerà appena 3 bath; le soluzioni anche in questo caso sono diverse, dipende da che lunghezza intendete coprire e in quale molo vi trovate. Munitevi di piantina, decidete da quale pier partire e in quale pier arrivare, così facendo potrete visitare diverse attrazioni principali della città. Non dimenticate di farlo sia di giorno che di sera, quando tutto è illuminato.

bangkokBayoke Tower

Prendere un aperitivo sul tetto

Bangkok è piena di locali, bar e ristoranti che godono di una stupenda vista panoramica dal loro terrazzo al costo di un drink. In alcuni di questi bar, la vista si estende a 360° sulla città: fare un aperitivo e osservare le luci che si accendono fino ad illuminare tutta la città è molto piacevole. Pima di partire fate una ricerca sui “rooftop cafe” più gettonati del momento, io ve ne indico uno: Bayoke Tower.

Si trova nella zona di Pratunam ed è il grattacielo più alto in città, al suo interno ospita tantissimi negozi  e un hotel ma per 400 bath, potete prendere l’ascensore con vista, arrivare all’ottantatresimo piano e rimanere immobili girando su voi stessi perché la terrazza è rotante! A me è piaciuto molto sentirmi piccolissima mentre guardavo le scie luminose delle luci.

Lumphini Park

Rifugiarsi al Lumphini Park

Non so voi ma io non posso rimanere a lungo senza un parco, la dimensione megalopoli è interessante sotto molti punti di vista ma se c’è un polmone verde nei paraggi è meglio! A Bangkok trovate il Lumphini Park: se come me avete bisogno di fuggire dalla città senza farlo davvero e vi piace stare seduti su un prato, qui non rimarrete delusi. In questo parco potrete: guardare i residenti mentre praticano sport (tai chi, yoga, jogging), andare in bicicletta, leggere un buon libro, noleggiare una barchetta con i remi per fare i romantici come in una commedia, mangiare cose strane. Anche qui trovate gli onnipresenti venditori ambulanti!

Alcune foto sono di www.nextstopbangkok.com e www.micaperdavvero.com

© 2015 - Riproduzione riservata

Mini guida

Tokyo, cosa vedere nella metropoli del Giappone

Mini guida di Tokyo, cosa vedere in 5 giorni

Tokyo è una città che mi ha molto sorpreso, è enorme e comunque funzionale, i mezzi sono puliti e le strade farebbero invidia a qualsiasi altra...