Le dieci cose da vedere assolutamente a Siviglia

10 cose da vedere a Siviglia

10 cose da vedere a Siviglia

di , | Cosa Fare

Terra romantica, città del sole e del flamenco, Siviglia accoglie con gentilezza e garbo i suoi visitatori regalando angoli di rara bellezza. L’ospitalità qui è sacra e voi turisti e viaggiatori troverete una casa, il sorriso di amici e la tavola imbandita di ogni prelibatezza. Una meta perfetta per chi stanco cerca un riposo per la sua anima, un luogo incantevole per chi, non ancora sazio, vuole scoprire tradizioni e antichi racconti. Per tutti quelli che sceglieranno la bella capitale dell’Andalusia come tappa del loro viaggio, ecco qui un’essenziale guida che risponde alla fatidica domanda: Ma quali sono le 10 cose da fare a Siviglia?

1. Appena arrivati, lasciate le valigie e correte nel centro storico, alle porte del Barrio Santa Cruz. Qui tra la Avenida de la Costitución e la Plaza del Triumfo potrete ammirare le due bellezze che hanno reso Siviglia famosa in tutto il mondo: la Cattedrale con la sua Giralda e la meravigliosa Real Alcázar. E’ qui che viene narrata l’antica storia della città: il racconto delle sue dominazioni arabe e dell’arrivo dei re cristiani. Una reconquista che passa attraverso le architetture religiose e civili che rinasceranno a nuova vita sulle ceneri di fasti antichi.

2. Rilassatevi ai bagni arabi Aire de Sevilla. Un luogo magico e incantevole dove potrete beneficiare del potere rigenerante di acque e vapori in un palazzo tipicamente andaluso. E dopo un percorso di un’ora e mezza tra le bolle di un’enorme vasca idromassaggio, piscine temperate e bagni di vapori, non dimenticate di salire alla teteria al piano superiore e gustare una deliziosa merenda al sapore di spezie orientali e biscotti alle mandorle.

3. Prendete un caffè su Las Setas. Struttura moderna in plaza Encarnación costruita tra il 2005 e il 2011 dall’architetto berlinese Jürgen Mayer in seguito ad un concorso indetto dal comune di Siviglia. Sotto l’immensa struttura bianca che ricorda grandi funghi (da qui il suo nome) trovano spazio un vivace mercato e l’Antiquarium, un museo archeologico che descrive la storia della Siviglia Romana. Ma è il “sopra” che ci interessa. Prendete l’ascensore al costo di 1,20 euro e salite a prendere un caffè sui tetti di Siviglia. Una passerella che scende e sale armonica vi condurrà lungo il perimetro della moderna struttura mentre le bellezze della città sfilano sotto i vostri occhi. Per i più romantici da fare in serata entro la mezzanotte.

4. Uscite a  tapear. Qui non si tratta di mangiare, ma di un vero e proprio stile di vita. Sì perché il sivigliano non esce a cena, ma va a spizzicare una o due tapitas (formaggio, prosciutto locale, olive, tortilla di patate e insalata di gamberi, sono solo alcuni esempi) accompagnate da tinto di verano (vino e gazzosa) o da ottima birra cruzcampo! I locali sono tanti, ecco qua una guida alle migliori tapas della città.

5. Perdetevi tra i colori di Plaza de España. È il simbolo di Siviglia e io vi consiglio di visitarla in diversi momenti della giornata.  Costruita per l’Esposizione Iberoamericana del 1929 la piazza è una perfetta sintesi tra lo stile art decò degli anni Venti e l’architettura mudéjar. Se a mezzogiorno sarete abbagliati dagli azulejos che riflettono i raggi del sole mentre il vapore delle fontane sembra quasi muoversi in sottili danze, al tramonto le luci soffuse regalano un’atmosfera magica come di un luogo incantato abitato da esseri fatati. Fa da cornice alla piazza il Parque de Maria Luisa che nasconde tra le fronde vasche ornamentali, sentierini nascosti e antichi padiglioni della Fiera.

6. Passeggiate sul lungofiume dalla Torre dell’Oro fino al ponte di Triana. Potete scegliere di usare una delle tante bici a noleggio, oppure rilassarvi a piedi lungo le rive del Guadalquivir. Luogo di picnic nelle giornate di sole, diventa estremamente romantico al tramonto quando la città accende le sue luci. Poco prima del celebre ponte di Triana, alzate gli occhi e risalite le scale che conducono sulla strada principale. Qui, anche se non siete degli amanti della corrida, una sosta è d’obbligo. La Plaza de Toros di Siviglia è una delle più famose di tutta l’Andalusia. E la visita diventa ora occasione di conoscere aspetti della cultura andalusa.

7. Andate a trovare la Virgen de la Macarena. Bella e famosa, la statua della madonna della Macarena è uno dei simboli di Siviglia, anima della Semana Santa. Fatele visita nella basilica nell’omonimo quartiere: rimarrete così abbagliati dalla preziosità delle vesti e dalla sua antica storia che risale al 1700.

8. Scoprite arte e storia di Murillo. Esponente della pittura barocca spagnola, nacque a Siviglia nel 1618 e la città conserva gelosamente la sua arte. Il museo di Bellas Artes, ospitato in un bellissimo convento ristrutturato, l’Hospital de la Caridad fondato nel 1676 da Don Miguel de Mañara, la chiesa di Santa Maria la Blanca sono i luoghi che ripercorrono la storia del grande pittore sivigliano.

9. Incontrate il silenzio al monastero della Cartuja. Un antico monastero che trova spazio al di là del fiume nell’isola della Cartuja tra canne e specchi d’acqua. Un luogo che racconta molteplici storie e leggende che si perdono nella notte dei tempi: ora le sale dell’ex-monastero ospitano il CAAC, Centro Andaluz de Arte Contemporáneo. Qui tra installazioni luminose, sculture e opere pittoriche ripercorrerete la storia dell’arte contemporanea andalusa.

10. Infine uscite in strada, chiacchierate, passeggiate: solo così godrete dell’atmosfera allegra e vivace tipica di Siviglia. Scoprite i concertini jazz nei bar radical chic tra le colonne dell’Alameda de Hércules, percorrete calle Betis a Triana e scegliete dove passare la serata. Fermatevi dove sentite il rumore delle mani e il ritmo del flamenco, inseguite l’odore di menta fresca e il profumo del pesce fritto tra le vie del centro. Non dimenticate di fare un salto al Salvador per una birretta fresca e in plaza de la Alfalfa per un bocadillo de jámon. La vita qua a Siviglia è nelle strade, nelle piazze: perciò uscite e godete di quel calore tipicamente andaluso.

© 2013 - Riproduzione riservata

Rispondi

Mappa

Mini guida

48 ore a Barcellona, guida per 3 giorni low cost

Cosa visitare a Barcellona in 3 giorni

Barcellona è una delle nostre città preferite, non a caso abbiamo qui su Viaggi Low Cost tantissimi post consigli su dove dormire, cosa fare, ma...

Meteo

Siviglia
C
% humidity
wind:
H • L

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!