Viaggi in Camper, risparmiare in vacanza con gli amici

Viaggiare in Camper, come risparmiare con gli amici

Viaggiare in Camper, come risparmiare con gli amici

Un modo per risparmiare in viaggio è cambiare mezzo di trasporto. Il camper ad esempio è un mezzo utilissimo per dividere le spese e le fatiche e raddoppiare la felicità del viaggio, leggi qui.

di , | Come Muoversi

Tra i numerosi viaggi fatti in giro per il mondo, c’è stato un periodo della mia vita in cui ho viaggiato anche in camper, soprattutto con gli amici. Erano anni di università, di budget ridotti e anche di itinerari alla scoperta della bellissima Italia che si potevano fare benissimo in camper e soprattutto in compagnia.

Caravan on its way in France

Organizzare la vita in camper è sempre stato facilissimo per me che amo l’avventura e la vita all’aria aperta, soprattutto le vacanze easy. Viaggiare con gli amici in un van da 9 e la sera fermarsi a dormire nelle aree camper adibite con qualche tenda e una buona cena preparata tutti assieme, era una delle cose che più mi rendeva felice. Svegliarmi poi ammirando la natura direttamente dal finestrino che si trovava proprio sopra il mio letto era un’emozione incredibile.

Ma come si può risparmiare davvero durante una vacanza in camper rispetto a tante altre vacanze, anche con pacchetti vantaggiosi, che vengono proposti e che troviamo quotidianamente online? Ecco qualche motivo che ho trovato io e che voglio suggerirvi per una vacanza low cost certamente, ma anche per divertirvi e creare la vostra vacanza assieme ai vostri amici.

camper-amici

I costi si dividono

Viaggiare in tre, quattro, cinque o anche più persone tutte in un unico mezzo è ovviamente un risparmio di costi. Quando si viaggia in camper e non in aereo o in treno, è come se si dividesse il costo di un solo biglietto per il numero di persone che partecipano al viaggio. Si divide la benzina, si dividono i pedaggi autostradali, le piazzole nei camping e si dividono anche le spese dei pasti.

Sì, perché utilizzando un camper o un van con cucina, è possibile utilizzare la cucina e in alcune aree camping si possono utilizzare i tavoli e le sedie di legno per mangiare come una vera grande famiglia. In un viaggio senza van o camper, per ogni pasto dovrete andare al ristorante, al pub, oppure al supermercato. Diciamo che la logica è molto più vicina a quella degli ostelli, si fa la spesa, si cucina e si mangia assieme ai propri amici, ma in questo caso potrete farlo nella vostra casetta mobile!

camper-on.the-road

La fatica si divide

Quando si decide l’itinerario di un viaggio in camper tra amici, decidendo così il percorso e i km da affrontare per visitare quel borgo, mangiare quel piatto tipico o passare a trovare gli altri amici, si pensa anche a chi guiderà il camper. Solitamente non si designa quasi mai un solo autista per tutta la vacanza, ma si dividono le fatiche, dandosi il cambio quando uno è più stanco e permettendo agli altri di riposare o di giocare a carte, chiacchierare o cantare (sì, capita anche questo!).

Una cosa molto utile durante i viaggi in camper, che voglio consigliarvi perché di solito gli spazi non sono enormi, è di darsi vicendevolmente dei compiti. Non è che uno deve sempre cucinare tutti i giorni per tutti, però magari si indicano due o tre persone che sono interessate alla spesa e alla cucina, altre due o tre che guidano e fanno da “navigatori” e quelli che si occupano delle pulizie e delle zone di sosta. Un minimo di organizzazione serve a far proseguire la vacanza alla grande e allo stesso tempo a dividersi le fatiche.

camper-viaggi-low-cost

La gioia si moltiplica

Se le spese e le fatiche si dividono, le gioie si moltiplicano, esattamente così! Un viaggio assieme agli amici di una vita è quello che ci vuole per vivere le vacanze piacevolmente, con chi ci conosce davvero, facendo le cose che amiamo fare assieme senza sentirsi giudicati o sotto pressione. Inoltre condividere un’esperienza di viaggio come quella del viaggio in camper o in van, è sicuramente un’esperienza che usci e rende i legami ancora più forti.

Vi ho convinto con le mie storie di viaggio in camper e volete anche voi effettuare un noleggio e provare un’esperienza simile? Il mio consiglio è di provare a noleggiare sul sito Campanda.it

© 2016 - Riproduzione riservata

commenti

Bel post, sicuramente utile per chi volesse approcciarsi al camper…forse un po’ generico per chi ha dimestichezza con il mezzo. In camper io e il mio compagno ci viviamo da 4 anni e mi permetto di dire che non è solo un modo per risparmiare è soprattutto una “filosofia”, un modo diverso di percepire la vita e i viaggi…una libertà quasi assoluta. Verissimo che la gioia si moltiplica.

fra

febbraio 14, 2016 | Rispondi | report

    Hai perfettamente ragione, il post è generico, ma anche volutamente. Ci sono tante persone che sono restie ad affrontare una vacanza in camper e il mio post voleva essere un modo per farle avvicinare innanzitutto. Poi, decisamente sì, il camper è alla lunga una filosofia di vita, o lo si ama o lo si odia :D

    Federica Piersimoni

    febbraio 16, 2016 | Rispondi | report

Spero che tu riesca nel tuo intento di far avvicinare le persone al camper!! ci sono non pochi pregiudizi…noi siamo a zonzo per l’ Europa ed è una tale gioia viaggiare così!! Comunque continuerò a leggervi!

fra

febbraio 17, 2016 | Rispondi | report

Dalla Francia per la precisione! dopo la Spagna stavamo pensando alla Georgia…ci stiamo organizzando. Mi pare tu sia diventata mamma da poco, ti facciamo gli auguri…anche se un po’ in ritardo!! Bellissimo sito, ciaooooo!

fra

febbraio 18, 2016 | Rispondi | report

    Wow, che bello sapere i vostri progetti di viaggio in anteprima!
    Sì, esatto, mamma da pochissimo… grazie ;) e buoni viaggi a voi!

    Federica Piersimoni

    febbraio 19, 2016 | Rispondi | report

ciao

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

riceverai una notifica via email non appena ti risponderemo