Viaggio in Camper in Toscana: tre giorni con consigli su dove fare camping

Toscana in camper: da San Giminiano a Siena

Toscana in camper: da San Giminiano a Siena

Toscana in camper anche per un weekend, tutti i consigli low cost per fermarsi a dormire nei camping giusti, consigli su dove mangiare e cosa visitare in camper per qualche giorno.

di , | Come Muoversi

Booking.com

La primavera è per me il periodo ideale per fare un piccolo tour della Toscana. Quello che qui andrò a proporvi è un tour della durata di tre giorni, perfetto da fare in camper. Io e il mio compagno ce lo siamo fatti prestare dalla sua famiglia e si è trattata della mia prima volta in camper.

Se io bionda tutta gonne a ruota e vestitini, sono sopravvissuta al camper, potete farlo tutti/e. Vi dirò di più, mi è piaciuto parecchio. Certo non starei via con un camper delle settimane, ma per 3/4 giorni è una soluzione comoda, economica e pure divertente. Diciamo che, prima di questo weekend lungo, sapevo vagamente cosa fosse un camper e non avevo mai visto da vicino un campeggio.

Come detto sopra le mezze stagioni sono l’ideale per questo tipo di tour e io ho colto l’occasione delle vacanze pasquali per portarlo a compimento. Si tratta di un itinerario tra le colline toscane in parte organizzato da casa e che in parte si è arricchito di escursioni e scoperte fatte lungo la via. Questo weekend lungo ha previsto quattro tappe principali, imperdibili.

Giorno 1 – San Gimignano

La nostra prima tappa del tour toscano è stata San Gimignano. Si tratta di un piccolo borgo di circa 7000 abitanti, situato nella provincia senese. San Gimignano è molto famosa per la sua caratteristica architettura medievale e il suo minuscolo centro storico oggi Patrimonio dell’umanità UNESCO. Il borgo è estremamente caratteristico con le sue numerose torri imponenti fra le colline senesi. Va ricordato che un tempo le torri erano molte di più (settanta) nonostante oggi ne siano rimaste visibili e in piedi solamente tredici. Salite sulla Torre Grossa, la più alta, per godere di un bellissimo panorama dall’alto.

Per il camper

Avete due opzioni: il Campeggio Il Boschetto di Piemma oppure l’Area di sosta Santa Chiara. Noi abbiamo scelto la prima opzione che prevede un campeggio leggermente più attrezzato e che rende il borgo raggiungibile comodamente a piedi, con una passeggiata.

Giorno 2 – Volterra

Volterra è stata la nostra seconda tappa, bellissima, nonostante la nebbia fitta che quel giorno riempiva persino le stradine del centro. Qui ci siamo momentaneamente spostati in provincia di Pisa e ne vale davvero la pena.

Volterra è stata sede nel Medioevo di una grande signoria vescovile, tuttavia ancora oggi il suo centro conserva grandiosi reperti di origine etrusca (l’Acropoli , Porta all’Arco, Porta Diana) ed anche romana (Teatro) nonché la ben nota architettura medievale (Palazzo dei Priori , la Cattedrale, la Fortezza Medicea). La città e le sue stradine strette sono avvolte da imponenti fortificazioni murarie.

Qui ho mangiato in un ristorante davvero strepitoso che vi consiglio fortemente. Non si tratta propriamente di cucina low cost ma senza dubbio il prezzo vale quello che gusterete. Andate all’Osteria dei Poeti, un ristorantino che sbucherà tra i tanti fra i vicoli. Qui ho mangiato il più buon filetto della mia vita, condito con del lardo che si scioglieva in bocca.

Per il camper

Noi ci siamo fermati al Camping Le Balze, semplice e comodo per visitare quest’area.

Giorno 3 – Monteriggioni e Siena

Il terzo giorno ha previsto un piacevole giro a Monteriggioni. Si tratta di un borgo davvero piccolissimo, di fatto vi basteranno poche ore per visitarlo,  arroccato tra le colline di Siena. Qui vi sembrerà che il tempo si sia fermato e che il Medioevo sia oggi. Le alte mura, i bastioni e la piccola piazzetta vi sembreranno quasi un parco tematico tanto risultano ben conservate. Fate la passeggiata sui camminamenti posti sulle mura, la vista è bellissima.

Da Monteriggioni spostatevi verso Siena, ci vorrà circa una mezzora.
A Siena potrete dedicare volendo anche un giorno più essendo la più grande delle cittadine di questo breve tour. Si tratta di una città conosciuta da tutti per il suo grande patrimonio storico e artistico nonché per il famoso Palio. Qui ha anche sede la più antica, anche se oggi sfortunatamente nota per le sue problematiche finanziarie, banca del mondo. A Siena potete partire subito esplorando le piccole vie del centro, dense di storia e di avvenimenti. Sbucherete in Piazza del Campo, il cuore della città, con la sua particolare forma. Qui due volte all’anno si svolge il famoso Palio, antica sfida a cavallo tra le contrade cittadine. Stando nella piazza troverete di fronte a voi la Torre del Mangia, antica torre campanaria, la Fonte Gaia e il Palazzo Comunale. In Piazza Santa Maria Assunta troverete poi il Duomo di Siena, con la sua incredibile facciata il Battistero.

Poi perdetevi nelle vie e scoprirete molti altri bellissimi monumenti, piazze e scorci che rendono Siena Patrimonio dell’UNESCO.

Per il camper

Fermatevi al Camping Siena Colleverde, immerso nel verde proprio come dice il nome, e poco fuori dal centro cittadino. Basterà un autobus per raggiungere il centro. In alternativa potete fare una piacevole passeggiata di circa 1km e mezzo. E in fondo, ciò che è più bello della Toscana, è ciò che sta nel mezzo, quelle colline infinite che troverete illuminate dal sole o ricoperte dalle nuvole, tra un borgo e l’altro.

Booking.com

© 2017 - Riproduzione riservata

Mini guida

48 ore a Firenze, weekend low cost in Toscana

Weekend a Firenze? Cosa vedere in tre giorni

Firenze è una delle città più belle d'Italia, una città che i turisti prendono d'assalto ogni inizio primavera fino alla fine dell'autunno e a...