Bangkok - Thailandia: soggiorno di visite culturali e shopping selvaggio

Bangkok, Thailandia: 2 giorni tra spiritualità e shopping selvaggio

Bangkok, Thailandia: 2 giorni tra spiritualità e shopping selvaggio

Due giorni intensi a Bangkok, per conoscerla in tutte le sue sfaccettature. La natura spirituale e culturale insieme a quella dei centri commerciali e delle vie-mercato.

di , | Come Muoversi

Booking.com

Bangkok, una città incredibile, bellissima e terribile contemporaneamente.
Due giorni a Bangkok sono pochi e qui vi indicherò le cose davvero imperdibili, includendo spiritualità e shopping selvaggio.
Saranno due giorni intensi, quindi preparatevi.

Dove dormire spendendo poco

Sistematevi in un hotel centrale, magari in uno di quei grattacieli con piscina sul tetto e vista sullo skyline. I prezzi sono davvero bassi, troverete sicuramente qualcosa di economico e di vostro gradimento.
Io sono stata al Grand Sathorn Hotel (88 Jaras Wieng Road Khwaeng Silom, Khet Bang Rak, Krung Thep Maha Nakhon 10500): camere grandissime, piscine sul tetto, colazione abbondante.

Inoltre, si trova proprio di fianco alla fermata Sathorn Pier sul fiume Chao Phraya e anche a quella dello Sky Train. Userete molto sia i traghetti che lo Sky Train quindi sarà utilissimo trovarsi vicino alle fermate.
In generale vi consiglio questo quartiere, comodo a tutto e in pieno centro.

Giorno 1. Bangkok spirituale e culturale

Immaginando che abbiate due giorni pieni, vi consiglio di partire dalla parte più strettamente culturale e spirituale.
Quindi, salite su un traghetto e godetevi il percorso rinfrescante che, lungo un Chao Phraya color del fango e pieno di rami e qualunque altra cosa possiate immaginare (qualche varano gigante incluso), vi porterà al Grande Palazzo RealePhra Borom Maha Ratcha Wang, un complesso di edifici posizionati sul lungofiume nel centro di Bangkok, residenza ufficiale del Re thailandese.

Il complesso è composto da una serie di palazzi ricoperti da sontuosi e preziosissimi mosaici e decorazioni, tra i quali spicca per fama il Wat Phra Kaew, ovvero il Tempio del Buddha di Smeraldo, all’interno del quale è conservato proprio il Buddha di Smeraldo, una delle statue più venerate. Il Buddha in questione è piuttosto piccolo rispetto a quanto vi aspettereste, ma bellissimo da osservare. Inoltre il complesso intero, se riuscirete a visitarlo in una giornata un po’ meno affollata del solito e con un po’ di sole, brillerà davanti a voi in tutta la sua bellezza.

A circa 5 minuti a piedi dal Palazzo Reale, troverete anche il famosissimo Wat Pho, conosciuto come il Tempio del Buddha Sdraiato. All’interno del complesso troverete oltre 1000 immagini del Buddha e, in una delle sale, il gigantesco Buddha sdraiato, uno dei più grandi presenti in Thailandia. All’interno del complesso del Wat Pho si trova anche la più antica scuola di massaggi thai, la Wat Pho Thai Traditional Massage School. Fermatevi e approfittate di una mezzora per rilassarvi e farvi fare un piacevolissimo massaggio.

Questo tour vi occuperà tutta la mattina, sarà quindi ora di fermarvi in qualche posticino per assaggiare le specialità locali. Ricordatevi di portarvi un maglioncino o una sciarpa sia sugli Sky Train che per i locali al chiuso. Generalmente la temperatura esterna equivale all’inferno e quella interna al circolo polare artico.

Nel pomeriggio spostatevi sempre sul lungofiume e andate a visitare un altro bellissimo tempio, il Wat Arun, Tempio dell’Alba. Si tratta di un complesso di templi sulla riva destra del fiume Chao Phraya. Il suo nome deriva anche dai bellissimi effetti cromatici che la luce dell’alba conferisce al tempio. La guglia istoriata centrale è costruita con mattoni stuccati decorati con minuscoli pezzi di porcellana cinese di diversi colori. Davvero bello.

Nel resto del pomeriggio perdetevi nei vicoli del centro e osservare le persone e gli scorci bellissimi che vi offrirà Bangkok. Per l’orario dell’aperitivo, spostatevi nella zona dei grattacieli e andate in uno dei bellissimi Sky Bar di qualche Hotel famoso come ad esempio lo Sirocco. Vi assicuro che un drink è più che abbordabile e la vista sarà incredibile.

Giorno 2. Dove fare shopping a Bangkok

Il giorno due svegliatevi presto e salite sullo Sky Train, oggi farete shoppingg, tanto shopping.

Se anche non amate i centri commerciali, e io non li amo particolarmente, qui dovete visitarne uno. Ce ne sono moltissimi e saranno probabilmente i più grandi che abbiate mai visto, disposti in fila uno dopo l’altro senza sosta. Ne troverete di super chic, costosissimi e di design, di fianco ad altri più commerciali e anche super cheap.

Io vi consiglio su tutti l’MBK Center, è qualcosa che qui non ci riusciamo ad immaginare. Prendete la mappa all’entrata perché vi servirà, soprattutto se siete con qualcuno e avete intenzione di dividervi e poi ritrovarvi. L’MBK è un gigantesco centro commerciale raggiungibile facilmente con lo Sky Train (fermata National Stadium), o anche in taxi. Si trova su Phayathai Road dove ci sono anche la maggior parte degli altri centri commerciali più famosi.

È un edificio che si sviluppa su ben sette piani e al suo interno troverete prodotti di ogni tipo: dal cibo all’abbigliamento, dai souvenir all’elettronica. Non fate gli schizzinosi, è praticamente un gigantesco Aliexpress fisicamente di fronte a voi. I prezzi sono ottimi e la scelta davvero varia, difficile che riusciate ad uscire senza nulla.

Ora pranzate in qualche bel posticino, magari proprio in cima ad un centro commerciale (non avete idea di quanti ristorantini contengano), ma sbrigatevi, è ora di andare dritti nel quartiere di Chinatown.
Luci, colori, gente sempre in movimento e profumi particolari. Tutto questo e molto altro è la Chinatown di Bangkok.

La via che “è” propriamente Chinatown è la Sampang Lane, quella dove trascorrerete la maggior parte del tempo. È una via solo pedonale che porta al piccolo accesso del quartiere e si trova a pochi passi dalla fermata dei traghetti Tha Ratchawong. Sampang Lane è una via-mercato, dove non troverete altro che bancarelle, negozietti e qualunque altra cosa possiate immaginare. C’è sempre gente ed è un luogo sicuro, potrete aggirarvi senza alcuna preoccupazione. Qui si vende di tutto, davvero di tutto, tanto che a volte rimarrete impietriti di fronte alla merce.

Poi scenderà la sera e Chinatown si riempirà di mille luci e nuovi colori. Cenate in un buon ristorantino cinese, vi sentirete in un’altra dimensione.

Booking.com

© 2017 - Riproduzione riservata

Mini guida

Kyoto, cosa fare in tre giorni

Kyoto, mini guida per 3 giorni in Giappone

Dopo aver visitato Kyoto in inverno ho pensato a quanto potrebbe essere incredibilmente meravigliosa in primavera. Kyoto mi è piaciuta da impazzire,...