Sos Capelli, prima e durante il viaggio - Viaggi Low Cost

Sos Capelli, prima e durante il viaggio

di , | Beauty

beauty capelli

A causa degli sbalzi di temperatura, del sole e della salsedine, i capelli durante il viaggio si stressano particolarmente e le doppie punte spuntano fuori. Risultano spesso secchi, disidratati, stopposi, così il taglio diventa necessario. Inoltre avvicinandosi sempre di più l’estate e le vacanze estive, tutti questi fattori tendono ad aumentare e la situazione peggiora. Per questo, Viaggi-low cost vi dedica un post specifico per le esigenze più comuni dei capelli in questo tipo di vacanze. Come possiamo fare quindi per ritardare il taglio il più possibile? Possiamo preparare i nostri capelli al viaggio? E possiamo anche proteggerli durante? Certo che si! Vediamo insieme come.

Preparazione al viaggio

Applicate una maschera sui capelli pochi giorni prima di partire, in commercio ne trovate moltissime, in particolar modo vi consiglio maschere di Helan, non solo per gli ottimi inci ma anche per l’efficacia dei prodotti. Scegliete soprattutto maschere ad azione rinforzante e nutriente. Non buttate subito via la confezione una volta finita, potrebbe servirvi per conservarne una fatta in casa.

Potete anche prepararne una in casa con quello che avete nella credenza: sbucciate una mela e frullatela, o pestatela, assieme a un cucchiaio di miele o di olio extravergine d’oliva. Applicate il composto sui capelli asciutti e lasciate agire per circa 30 minuti.

Se avete dei capelli particolarmente sottili e stressati vi consiglio di applicare l’hennè quinquina, la Sitarama lo produce e lo trovate facilmente in erboristeria. Si tratta di un composto che non vi darà colore, ma è un vero toccasana per doppie punte e capelli fragili. Se pensavate di usare un prodotto del genere, questo è il momento giusto per farlo.

Durante il viaggio

Durante il viaggio, dovendo stare sotto il sole, vi sconsiglio di applicare degli oli in quanto attirerebbero maggiormente i raggi solari con tutti i contro che ne deriverebbero. Vi consiglio uno spray protettivo fatto in casa. Ecco cosa vi serve:

un contenitore spray, potete riciclarne uno usato o acquistarne uno in un negozio di articoli per la casa, in cui diluire tutti gli ingredienti che seguono

un cucchiaio di gel d’aloe

50ml di acqua

un cucchiaio di succo di albicocca, , potete tranquillamente spremere delle albicocche (e mangiarle!) o comprarne uno al supermercato, fate attenzione che contenga un’alta percentuale di frutta (minimo 80%).

un cucchiaio di succo di limone che è un ottimo conservante, lucidante e astringente, aiuterà i capelli a sporcarsi di meno

un cucchiaino da caffè di hennè quinquina. Mettetene quindi pochissimo e assicuratevi che si sciolga per bene. Potete volendo anche usare un altro tipo di hennè, per intensificare i riflessi e lucidare i capelli.

L’effetto estetico di questo spray è quello di irrigidire leggermente le chiome, fissarle un po’ e proteggerle. Vi consiglio di applicarlo soprattutto quando avete i capelli legati, tipo quando sapete di dover stare fuori tutta la giornata al mare o a fare un’escursione, insomma in tutte quelle occasioni in cui sapete di dover tenere i capelli legati e ogni volta che sapete che potrebbero facilmente stressarsi. Potete anche evitare di farlo a casa, se portate con voi il gel d’aloe basterà portare anche solo lo spruzzino e potrete fare lo spray in albergo per evitare il problema dei liquidi. L’ingrediente principale è il gel d’aloe, per cui potete tranquillamente lasciar perdere tutto il resto. Inoltre se evitate di mettere l’hennè,potreste usarlo anche come spray rinfrescante per il corpo. Insomma, giocando con gli ingredienti otteniamo vari tipi di prodotto. Esistono anche degli spray protettivi in commercio appositi per il sole e i raggi Uv, ma non sono facilmente reperibili e il più delle volte li trovate nei saloni dei parrucchieri a prezzi non proprio bassissimi, per questo vi consiglio di farvelo da voi.

Una volta in albergo durante la vostra doccia potete lavarli normalmente senza nessun accorgimento se non quello di usare la giusta spazzola: per districare i capelli bagnati, usate una spazzola in silicone: la famosissima Tangle Teezer. Credo sia uno dei migliori investimenti per i capelli che potete fare soprattutto se normalmente si spezzano facilmente nella spazzola e vi provocano dolore. Si tratta di una spazzola incredibilmente comoda da usare al contrario di come potrebbe sembrare nel vederla (non avendo un manico lungo). Portatela con voi, non ve ne pentirete. Ci sono numerose imitazioni in commercio per cui prima di spendere per la Tangle Teezer potreste provarne una versione più economica “di transizione”. Tuttavia credo sia un ottimo investimento prenderla subito,è molto difficile che vi troviate male.

Col caldo e l’umidità è praticamente impossibile per molte lasciare sciolti i capelli. Il consiglio è di evitare di legarli tirandoli troppo, è meglio optare per acconciature molto morbide. La trazione che si crea è dannosa per i capelli e se fatta di continuo non solo li indebolisce ma nei casi più gravi porta a problemi di alopecia.

Se avete i capelli lunghi, fate per una treccia laterale. Per non annoiarvi potete optare per vari tipi, a spina di pesce o la treccia a 4 ciocche che vi consiglio soprattutto se avete pochi capelli perché li fa sembrare più voluminosi (youtube è pieno di tutorial molto facili).

Se avete dei capelli medio lunghi/medi, cercate di non fare spesso una coda di cavallo troppo tirata, optate per i vari tipi di pettinini in commercio, come i pettinini a lisca di pesce facilmente richiudibili e soprattutto quelli che con poche mosse riescono a tenere i capelli acconciati per tanto tempo in poche e semplici mosse: si tratta di un oggettino molto facile da reperire e molto economico che terrà i vostri capelli lontani dalla nuca ma non li stresserà e in più alcuni sono anche belli da vedere.

Inoltre se pensate di farvi la frangia a breve, forse è meglio aspettare l’autunno, col sudore sulla fronte non potrete mai sopportare questo tipo di taglio e finirete col doverla tirare su con un frontino o con vari ferrettini. Piuttosto preferitele un ciuffo, anche se corto, è più facile da gestire.

E se volete lasciare i capelli liberi ma volete comunque tirarli un po’ in dietro, oltre ai classici frontini, potete cercare dei mini foulard rettangolari e lunghi e usarli a mo’ di fascia, legate un nodo sotto la nuca e lasciate cadere il resto del foulard sulle spalle.

Spero che questi consigli vi possano essere utili, alla prossima!

© 2013 - Riproduzione riservata

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!