Chiara Regazzini, blogger di viaggio
Chiara Regazzini

Chiara Regazzini

Conosciamo insieme Chiara Regazzini, chi è, cosa fa e soprattutto perché è diventata un'autrice di Viaggi Low Cost. Una travel blogger che studia, lavora e soprattutto viaggia cercando sempre di conoscere angoli nascosti del mondo spendendo il meno possibile. Ecco la sua intervista per il blog di viaggi.

di , |

Chi è Chiara Regazzini?

Una studentessa squattrinata alla ricerca di ogni occasione low cost, vive tra Cremona, Parma, Reggio Emilia e Venezia, è più probabile trovarla su un treno che a casa. Laureanda in economia del turismo vorrebbe, per il futuro, riuscire ad unire lavoro e passione. Organizzatrice seriale, amante della cucina e delle culture popolari con il sogno di viaggiare e conoscere a fondo i Balcani.

24 anni, cremonese d’origine ma col cuore nella Laguna veneziana. Dopo una laurea triennale in Beni culturali è ora una laureanda cafoscarina in Sviluppo dei sistemi turistici. Ha iniziato a scrivere online di viaggi nel 2011, proprio grazie a Viaggi Low Cost, e da allora la passione per il mondo travel non ha fatto che crescere, unita ad un grande interesse per il web.

chiara-regazzini

Sper che nel suo futuro l’amore per questo settore possa trasformarsi in un lavoro, attualmente è appena tornata nel cuore della Pianura Padana dopo due anni trascorsi a Venezia, già in attesa di ripartire per poter imparare a chiamare “casa” una nuova città e viverne la vita quotidiana.
E’ sempre alla ricerca dell’occasione giusta per viaggiare spendendo poco, per ora entro i confini europei, dove però ha ancora tanti luoghi da visitare e scoprire; si diverte a programmare i suoi viaggi nei minimi dettagli (che puntualmente non vengono rispettati!) per immergersi già prima della partenza nella sua destinazione. Durante un viaggio le piace scoprire le piccole “chicche” nascoste: mercati, giardinetti isolati, negozi e locali particolari.

Negli ultimi anni ha sviluppato un grande interesse per le culture, la storia e le tradizioni dei Balcani occidentali, con il progetto di conoscerli a fondo, sognando un lungo viaggio durante il quale attraversarli e scoprirli sulla propria pelle. 
Quando invece i soldi non sono abbastanza per un week end fuori va alla ricerca di qualcosa di nuovo nelle zone vicine a casa, dove a volte si nascondono posti sconosciuti e preziosi; così ha fatto anche nei due anni di vita a Venezia, durante i quali ha imparato a conoscere la Laguna con un occhio diverso e ogni giorno più innamorato, scoprendo punti di vista diversi ed imparando a conoscerne tutti i segreti.
Ama i viaggi in treno nonostante tutto, il momento dell’aperitivo, le danze popolari e la musica tradizionale, i giardini selvaggi e poco ordinati, immortalare certi luoghi e certi istanti in una fotografia, il cibo preparato con amore e condiviso con gli amici o la famiglia su grandi tavolate allegre.

Qual è il viaggio più low cost fatto?

Il viaggio più low cost è stato sicuramente quello che ho fatto a Budapest un paio di anni fa, ho speso 200€ per 5 giorni e 4 notti, includendo tutto fino all’ultimo caffè. Ma sono entrate nella storia (e tutt’ora mi vengono rinfacciate dagli amici!) anche le notti in ostello a 30 cent a Edimburgo e Parigi.

croazia-chiara-regazzini

Cosa significa per te low cost in viaggio?

Per me significa sfruttare un po’ del tempo prima della partenza per organizzare e informarmi, credo che questa fase sia fondamentale, soprattutto quando si visitano grandi città, per raccogliere consigli online e alcune “dritte” per evitare fregature o acchiappare qualche occasione. Altrettanto importante è uscire dai tracciati più turistici, spesso basta prendere una via traversa, entrare in un’osteria o esplorare un quartiere meno conosciuto per riuscire ad unire due degli elementi per me fondamentali di un viaggio: un prezzo conveniente e l’autenticità dell’esperienza.

Una meta che ti è rimasta nel cuore?

Nonostante sia stata una toccata e fuga a Mostar e nei paesini accanto ho lasciato un pezzo di cuore. Per l’accoglienza ricevuta e per quanto questa terra sia ancora fortemente immersa nella sua storia, perché sono luoghi difficili ma che proprio per questo mi hanno rapita ed affascinata. Nel cuore però ho anche tante altre mete, posti in cui sono tornata più volte e in cui mi sento a casa anche dopo anni di assenza come le Cinque Terre o una parte di costa istriana.

© 2014 - Riproduzione riservata

Rispondi

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!