Come connettersi a internet all'estero: wifi free

Connettersi in internet all’estero: 5 soluzioni

Connettersi in internet all’estero: 5 soluzioni

di , | App

wifi-free

Non avere una connessione mobile all’estero vi fa sentire indietro di 20 anni e la cosa vi infastidisce parecchio, lo so benissimo. Oltretutto, il confronto costante con i locali che navigano tranquillamente con i loro smartphone e tablet vi fa sentire in una posizione di sfavore…? Lo capisco e lo condivido perfettamente.

Nonostante io non sia così dipendente dai social network, lo sono dalla connessione internet in sé e per sé: è utile, anzi fondamentale per reperire informazioni su luoghi, culture, musei, monumenti e risolvere qualsiasi dubbio amletico si presenti nella mia mente in qualunque momento della giornata, anche in viaggio. Eppure pagare un operatore italiano per una connessione all’estero spesso si rivela un salasso e se un viaggio deve essere low cost, allora, questa è una spesa da mettere nella black list.
Al servizio, in ogni caso, non si può rinunciare a allora ecco che si cercano mille modi, spesso tanto pazzi da essere essi stessi testimonianza di un’insana dipendenza da internet, per reperire il wifi free.

1. La prima, più facile alternativa è quella di passare del tempo sorseggiando del caffè nelle caffetterie più famose al mondo: Costa Coffee, Caffè Nero e Starbucks, certi che loro includano il wifi gratis nel servizio offerto al cliente. Mal che vada ci sarà costato un caffè e una sosta di almeno mezz’ora per poter smarcare tutte le attività di pubblicazione e allineamento con i nostri mondi digitali.  Un’altra certezza di questo tipo ce la dà McDonald’s da anni, in tutto il mondo. Certo dovremo prendere almeno una bibita o delle patatine o approfittarne per una (poco salutare) pausa pranzo e ottimizzare così i tempi. Se rasentiamo proprio la follia, e di consumare cibo al McDonald’s non ne vogliamo sapere, c’è sempre la possibilità di entrare nel fast food, chiuderci in bagno e approfittare biecamente della connessione libera!

2. Un’altra buona soluzione è quella di entrare nei pub o nei bar che pubblicizzano l’offerta del free wifi già all’esterno, accanto al menù del giorno. Questo servizio ha senz’altro un buon appeal sul cliente, altrimenti non lo evidenzierebbero così tanto; e questo indubbiamente ci consola, perché significa che di nomadi digitali come noi ce ne sono parecchi al mondo!

3. La terza possibilità, certamente la più pericolosa per il portafoglio di noi donne, è quella di entrare nei grandi magazzini e connettersi alla loro rete aperta, sperando ne abbiano una. Sicuramente c’è da Debenhams per quanto riguarda il Regno Unito, e in genere in tutte le grandi catene di store nazionali. 

4. Se soggiorniamo a lungo nel paese in questione, talvolta vale la pena acquistare una SIM locale. Non sempre è però possibile e per via dei costi, dei documenti richiesti per la registrazione e per lingua parlata nel paese in cui vivremo da poche a lunghe settimane.

5. Quello che ho personalmente testato, e che da ora in poi non lascerò più, è un’app che consente di trovare wifi gratuiti liberi, o con password condivise da altri utenti, nell’area che ci circonda. Si chiama Free Zone per Android ed è un vero e proprio scanner di connessioni cui lo smartphone si aggancia automaticamente quando il software ne scopre di attive e realmente funzionanti. In questo modo, anche se voi non ve ne accorgete perchè non vivete con lo smartphone in mano, lui si occupa di scaricarvi la posta, i messaggi, le chat, gli aggiornamenti, le notifiche e di postare quelli in lista d’attesa e chi più ne ha più ne metta.

Comodo sentirsi liberi e notificati di connessione senza preoccuparsene più di tanto.
Oltre a questo, l’app offre la mappatura dei punti con free Wi-Fi entro corto raggio: magari non sono aperti o agganciabili, ma basterà la spesa minima di un caffè per conoscere la password di accesso. Fruibilità con furbizia.
Un consiglio: attivate la connessione automatica agli hotspot liberi, se non volete diventare dipendenti del refresh continuo della lista di quelli presenti in zona.

© 2014 - Riproduzione riservata

ciao

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

riceverai una notifica via email non appena ti risponderemo